Novecentoundici, pari tra Merendino e De Bellis a Misano

Irraggiungibili i due pretendenti al titolo 2018

de-bellis-1.jpg

Seconda gara stagionale per la Novecentoundici Race Cup, ed al Misano World Circuit si ripropone come leit-motiv la lotta per la vittoria tra Michele Merendino, con la Porsche 991 della Duell, e Riccardo De Bellis in campo su identica vettura della ZRS. Sono dieci le vetture al via ma prima della partenza di gara uno l'esordiente Antonio Montruccoli urta le protezioni con la sua 997, ingannato dall'asfalto reso umido dalle piogge del giorno precedente. Questo costringe la Direzione Gara a fare partire il gruppo dietro la Safety Car. In questa fase pasticciano i due portacolori del Team Piloti Forlivesi, Alessandro Mazzolini con la Porsche 997 e Giuseppe Panzacchi con la Porsche 996. Per entrambi scatta la penalizzazione con Drive Through che costringe il primo ad una dura rimonta e relega in fondo al gruppo il secondo, lasciando campo libero per la vittoria in classe GTE a Matteo Biassoni con la Porsche 996 della Vago Racing. In testa Merendino mantiene facilmente alle spalle De Bellis, andando poi a vincere con un margine di oltre quattordici secondi. Terzo posto per Domenico Zonin con una Porsche 997 della Krypton. Per lui anche la vittoria in classe GTC ai danni dell'esordiente Renato Gaiofatto e di Mazzolini autore di una dura risalita dopo prove già difficili. Alle loro spalle i rimanenti piloti della GTB. Con Merendino e De Bellis irraggiungibili, ci si può giocare solo il terzo gradino del podio di classe. La spunta Enrico Quinzio davanti a Nicola Sarcinelli, in difficoltà sul bagnato con la vettura della Elettronica Conduttori. Un vero peccato perché la 991 di Sarcinelli al Mugello aveva dimostrato ottime qualità. A completare la classifica le vetture GTE con il primo hurrà di Biassoni davanti a Panzacchi, unico doppiato. In gara due De Bellis si riscatta e mette subito alle spalle Giuseppe Guttadauro, subentrato a Merendino sul bolide Duell già impiegato con successo nel Campionato Italiano Gran Turismo. Si mette in mostra Zonin che occupa il terzo posto prima che un guasto meccanico fermi la sua auto in traiettoria. Dopo la rimozione del mezzo la corsa riparte a ritmo indiavolato. De Bellis allunga ancora su Guttadauro e mette insieme un vantaggio "monstre" di mezzo minuto sotto la bandiera a scacchi. Il siciliano della Duell a questo punto deve difendere la seconda posizione dagli attacchi del leader della GTC Alessandro Mazzolini, intanto liberatosi dell'ottimo Gaiofatto. Per soli due secondi Guttadauro mantiene il secondo posto assoluto. Alle sue spalle Mazzolini e Gaiofatto autore di un ottimo esordio in categoria, mentre Quinzio si migliora di una posizione precedendo la vettura di Sarcinelli e Sapino. Ancora vittoria per Biassoni in GTE ai danni di Panzacchi. I due sono gli unici ad essere doppiati di un giro dallo scatenatissimo De Bellis. Ora l'attenzione si sposta alla prima Domenica di Giugno a Vallelunga con la terza prova stagionale. A Roma si registrerà il ritorno di Armin Hafner, non presente a Rimini a causa dei postumi fisici della uscita di Scarperia. Con l'altoatesino pronto a "coprirgli" le spalle, De Bellis avrà un alleato in più nel tentativo di allungare in classifica...

 

N.M.B.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO