Carrera Cup Italia senza respiro

Lotta dura per la supremazia in tutte e tre le classi

imola-mosca.jpg

Dopo l'esordio di Imola la Porsche Carrera Cup Italia torna in campo a Le Castellet per il secondo doppio evento stagionale. Leit-motiv della corsa francese il confronto tra gli squadroni Tsunami RT e Ghinzani Arco. La squadra italo-ucraina punta a bissare il trionfo conquistato "in extremis" nel 2017. Oltre al detentore del titolo Alessio Rovera, a rappresentare il team ai vertici c'è il giovanissimo Tommaso Mosca, che in gara due ad Imola ha dimostrato una classe da campioncino. Schiuma rabbia da tutti i pori Enrico Fulgenzi con la 911 che dopo il podio di gara due in Emilia vuole tornare ai vertici con la vettura di Ghinzani. Ad assecondare il marchigiano saranno Sergio Campana, Daniele e Riccardo Cazzaniga e Luca Segù: tutti desiderosi di rivalsa dopo le sfortune patite all'Autodromo Enzo e Dino Ferrari. Campana era stato escluso in gara 1, gli altri sono rimasti vittime di incidenti tra la prima e la seconda manche. Gli altri team non restano a guardare, in particolare la Dinamic con il forte ex-formulista Diego Bertonelli che nella prima gara stagionale è stato bravissimo. Anche Gianmarco Quaresmini è intenzionato a mietere punti preziosi per la classifica assoluta. Sempre nella categoria principale occhi puntati su Simone Pellegrinelli, che rappresenta la SVC AB Racing ed ha la vettura assistita da Bonaldi, e su Simone Iaquinta che con la vettura della Ombra vuole riscattarsi dalle penalizzazioni patite in entrambe le manche a causa della accanita bagarre. Anche nelle categorie "minori" la lotta è al calor bianco. In Michelin Cup occhi puntati sulla lotta tra l'arabo Bashar Mardini della GDL Racing, il romano Marco Cassarà della Ombra e Alex De Giacomi che dopo anni di militanza con la Dinamic è passato questa stagione con la Tsunami RT. Spettatori interessati a questo "triello" sono Nicolò Mercatali, Luca Pastorelli e Federico Reggiani con le vetture della Dinamic. Rimangono ampi i ranghi della Silver Cup, riservata alle vetture della scorsa generazione. Il leader provvisorio di categoria è Gianluca De Lorenzi, ma alle sue spalle sono minacciosi in tanti a cominciare da Vincenzo Montalbano e Walter Palazzo della Ghinzani Arco. Occhio anche agli ex-piloti della Mitjet e della serie Ginetta "Giagua" e Stefano Stefanelli ed al giornalista Claudio Giudice in campo con una vettura decorata in onore dei settanta anni della Porsche. Enrico Di Leo esordisce poi in Silver Cup rilevando la vettura Ghinzani Arco di Riccardo Cazzaniga. Weekend "largo" con le qualifiche in programma Sabato mattina, la prima manche Sabato pomeriggio e la manche conclusiva Domenica pomeriggio.

 

N.M.B.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO