TCR, spettacolo a metà in Francia

La pioggia ferma la seconda manche, assegnata ad Andrea Larini

baldan.jpg

Dopo l'elettrizzante prima gara di Imola la serie TCR Italy scende in campo a Le Castellet con tutte le premesse per sfornare un altro weekend molto spettacolare. La prima manche, il Sabato pomeriggio, è subito ricca di colpi di scena. Le prime curve sembrano quelle di un autoscontro. Enrico Bettera con la Audi RS3 LMS e poi Max Mugelli con la Honda Civic TCR vengono spediti in testacoda e devono salutare subito la compagnia avendo spento il motore. Fortunatamente nessuno li colpisce e la corsa prosegue senza interruzioni. Al comando si portano le Hyundai i30 di Eric Scalvini e Nicola Baldan, mentre la Alfa Romeo Giulietta di Luigi Ferrara è in difficoltà navigando a metà classifica. Il pugliese della V-Action è costretto al ritiro nel corso della quinta tornata, proprio quando la corsa viene condizionata da un altro "picco" di agonismo. Caglayan Celik all'esordio con una Seat Leon entra in collisione con Lorenzo Nicoli all'ultima curva; la Civic del pilota romano viene quindi speronata sul posteriore dalla Seat Leon DSG di Alessandro Thellung. Per entrambi è il ritiro, spicca la sfortuna di Thellung che dopo il contatto patito ad Imola rimane vittima di un altro incidente in prima manche. Celik subisce una penalità di venticinque secondi. Inevitabile l'ingresso della Safety Car che imbriglia il gruppo fino alla rimozione della Civic incidentata. Al nuovo via si riaccende la lotta per la leadership ed alla fine è Baldan a mettere a segno l'attacco vincente. Per le Hyundai una bella performance corale dopo i tanti problemi di Imola; il terzo posto lo porta a casa Salvatore Tavano. Il siciliano non "sgarra" con la Seat Leon ufficiale ed intasca punti preziosi in ottica campionato. Bella performance corale della altoatesina Target Competition che piazza le sue Honda Civic TCR dal quarto al sesto posto con Pellegrini, Schmarl e Rodrigues che terminano nell'ordine. Federico Paolino, settimo con la Hyundai i30 della BRC Racing, ed Andrea Larini ottavo con la Seat Leon della Pit Lane si guadagnano il diritto di partire in prima fila per Gara Due. Tra le DSG è festa grande per la Pit Lane con Giovanni Altoé vincitore ed Ermanno Dionisio terzo. Le Audi RS3 LMS funzionano come orologi svizzeri ed i piloti sono regolari e corretti: sarà la ricetta vincente per il titolo di categoria? Tra di loro si piazza la Leon di Massimiliano Gagliano che dopo la battuta di arresto di Imola, causata dagli eccessi di alcuni avversari molto "duri", riprende fiducia nel mezzo curato dai ragazzi di Tarcisio Bernasconi. Dopo una notte di strategie, e per alcuni team di lavoro per ripristinare le auto incidentate, si passa alla seconda manche di Domenica mattina. Alle diciannove vetture in griglia si aggiunge però un ospite assai sgradito, un rovescio di pioggia torrenziale che peggiora sempre più. Dando prova di responsabilità, la Direzione Gara fa partire il gruppo dietro la Safety Car. Dopo un paio di tornate, però, si capisce che non ci sono le condizioni di sicurezza minime per proseguire ed i concorrenti sono fatti tornare ai box. Stante il perdurare della pioggia, e data l'impossibilità di recuperare la gara nelle ore pomeridiane, si decide di dichiarare validi come gara i giri percorsi dietro la vettura di sicurezza assegnando a tutti metà punteggio. Andrea Larini conquista così un successo insolito, così diverso dai tanti ottenuti dopo appassionanti bagarre e "corpo a corpo" dal primo all'ultimo giro. Salgono per la prima volta sul podio anche Federico Paolino e Jose Rodrigues. Luigi Ferrara non può riscattarsi, ma conserva la leadership di campionato con pochi punti di vantaggio nei confronti di Tavano e del coequipier Matteo Greco. Tra le vetture a cambio DSG il podio ricalca quello della prima manche ed Altoé guadagna punti preziosi in ottica titolo di classe. La prossima gara sarà a Misano il terzo weekend di Giugno. Con una griglia di nuovo a pieno regime, ci si aspetta due gare ad elevato tasso di spettacolarità.

N.M.B.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 3 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO