Mini Challenge, Zarpellon risponde a Torelli

Il veneto brilla sulla pista bagnata di Gara Due

mini-challenge-2018-autoblog-secondo-posto-22.jpg

A Le Castellet si disputa la seconda gara del Mini Challenge 2018 e già nella prima manche le scintille si sprecano. Gabriele Torelli si conferma uno dei principali pretendenti al titolo e grazie ad un'ottima partenza riesce ad avere la meglio su Luca Rangoni. Dopo un duello molto aspro con il bolognese, il viterbese Gustavo Sandrucci è costretto ad accontentarsi della terza posizione. Alessio Alcidi chiude ai piedi del podio con la Mini curata dalla CAAL, mentre Massimo Ferraro regala ulteriori soddisfazioni alla Melatini Racing chiudendo in quinta posizione. Quanta fatica, però, per contenere il Guest-Driver Francesco Neri al via con la vettura di Mini Italia! Un gradito ritorno è quello di Eduino Menapace che termina la corsa alle spalle di Neri. Parla molto romano il resto della Top Ten con Roberto Gentili ottavo e Gianluca Calcagni nono. Il decimo posto tocca a Massimo Zanin che è atteso ad una settimana particolarmente intensa. Nella classe Lite si registra il successo di Federico Ugo Bagnasco che conferma di avere ereditato le ottime capacità paterne. Tommaso Santamaria termina secondo di categoria davanti al greco Thomas Krasonis ed al triesino Suerzi Stefanin. Arriva la seconda manche, caratterizzata da una pioggia piuttosto forte. Il maltempo impone un rinvio della partenza, inoltre le prime tornate vengono percorse con il gruppo dietro la Safety Car. Al via lanciato si registra lo scatto deciso del bassanese Tobia Zarpellon. Il veneto, che ha una certa dimestichezza con il bagnato correndo piuttosto regolarmente anche nelle Cronoscalate, allunga deciso nei confronti di Francesco Neri. Va un po'peggio ad Eduino Menapace che dopo un ottimo avvio viene risucchiato dagli inseguitori. Torelli sembra avere il migliore ritmo tra questi, ma non rispetta i limiti di pista e gli viene comminata una penalità di cinque secondi. Zarpellon junior intanto va a vincere per la gioia dei familiari, sempre presenti nel paddock. Neri chiude secondo mentre il podio lo completa, "a tavolino", il buon Rangoni. Seguono Alessio Alcidi, Filippo Maria Zanin e Gabriele Giorgi che in gara uno era stato subito costretto al ritiro a causa dell'aspra bagarre. Ad Alessandro Alcidi la vittoria in classe Lite, davanti a Suerzi Stefanin e Krasonis. In difficoltà sul bagnato Bagnasco junior, che però mantiene la leadership di categoria. L'appuntamento è ora per metà Giugno sul circuito di Misano Adriatico.

N.M.B.

  • shares
  • Mail