Mondiale Rally, scatto di Neuville in Portogallo

Ogier e Tanak escono a mani vuote

neuville-portugal.jpg

Colpo di scena nel Campionato Mondiale Rally. Il Rally del Portogallo vede Sebastien Ogier e Julien Ingrassia sconfitti su tutta la linea. Una uscita di strada sulla quinta speciale, pur molto leggera, fa precipitare il binomio francese fuori dalla zona punti e nonostante i tentativi di rimonta Ogier uscirà dalla trasferta lusitana con un pesantissimo zero in classifica. Per la Hyundai un weekend storico. La vittoria di Thierry Neuville e Nicolas Gilsoul con la i20 Coupe Wrc porta i belgi in testa al campionato ed anche con un buon vantaggio su Ogier ed Ott Tanak. L'estone della Toyota, fresco dal trionfo argentino, esce a sua volta dalla trasferta portoghese con un impietoso zero in classifica dopo il cedimento di una sospensione. La corsa lusitana si conferma particolarmente selettiva e promuove nelle prime posizioni equipaggi che in questo primo scorcio di stagione sono costantemente rimasti fuori dalla Top Five. Per la Ford una piccola consolazione la danno Elfyn Evans e Daniel Barritt secondi assoluti con la Ford Fiesta Wrc. Podio pure per un altro equipaggio Ford formato da Teemu Suninen e Mikko Markula. Per la casa dell'Ovale Blu però l'amarezza per la battuta a vuoto di Ogier resta troppo grande. Anche la Toyota raccoglie poco dalla trasferta iberica con Esapekka Lappi unico in zona punti con la Toyota Yaris WRC al quinto posto. Oltre al ritiro di Tanak, si registra anche l'ennesima battuta a vuoto di Jari-Matti Latvala fermo già nella prima giornata di gara e arrivato al traguardo fuori dalla zona punti. La Hyundai, oltre che per il trionfo di Neuville, festeggia anche il quarto posto di Dani Sordo e Carlos Del Barrio. Poca fortuna per Andreas Mikkelsen ed Anders Jaeger finiti fuori dalla zona punti dopo un problema meccanico che li ha stoppati nella prima giornata di gara sulla settima prova speciale. Passaggio fatale anche ad Hayden Paddon e Sebastian Marshall che, leader fino a quel momento con la quarta i20 Coupe Wrc ufficiale, incappano in un incidente apparentemente banale, ma che li costringe a ricorrere alle cure dei sanitari impedendo loro di ripartire per il resto della gara. A proposito di incidenti, molto brutto quello che mette fuori causa Kris Meeke e Paul Nagle con la Citroen C3 Wrc nella dodicesima prova speciale. Il volo tra gli alberi della vettura francese causa la torsione del tetto al livello del cruscotto a causa del cedimento del rollbar. Fortuna vuole che né Meeke né il suo navigatore Nagle riportino danni fisici rilevanti. Questo crash demoralizza Mads Ostberg e Craig Breen che con le altre due Citroen C3 Wrc terminano rispettivamente sesto e settimo. Nella categoria WRC 2 ancora vittoria per Pontus Tidemand con la Skoda Fabia R5, spicca il terzo posto di Stephane Lefebvre con la Citroen C3 R5 a spezzare il monopolio della casa ceca. Tra le Ford Fiesta del JWRC figli d'arte protagonisti con Denis Radstrom primo ed Enrico Oldrati secondo. Il lombardo è il migliore dell'intera pattuglia italiana che porta tutti i suoi concorrenti in fondo. Mentre Luca Bottarelli ed Umberto Accornero disputano due gare regolari con le Ford Fiesta R2T, per Fabio Andolfi c'è subito lo stop nella prima giornata di gara, che lo costringe a ricorrere al Super Rally ed a chiudere attardato con la Hyundai i20 R5. Un appunto sul Super Rally. Su quarantacinque vetture in fondo, ben sedici ne hanno fatto beneficio, a dimostrazione della proverbiale durezza delle piste lusitane. Prossimo evento in Giugno sui non meno duri sterrati Sardi, per il Rally d'Italia.

N.M.B.

  • shares
  • Mail