Porsche Carrera Cup, si riaprono i giochi

Rovera e Fulgenzi eliminati in prima manche nella collisione con Iaquinta

quaresmini-2018.jpg

Il round di Monza della Porsche Carrera Cup riapre i giochi per il titolo dopo una caotica prima manche. Alla Prima Variante, dopo la ripartenza per una fase di neutralizzazione, Simone Iaquinta entra in collisione con le vetture di Enrico Fulgenzi e Alessio Rovera che impattano contro le protezioni. Le loro vetture subiscono danni tali da non potere essere sistemati in tempo per gara due. La corsa viene di nuovo fermata con la Safety Car e Diego Bertonelli della Dinamic vince rilanciandosi nella corsa al titolo. Il podio lo completano Tommaso Mosca e Gianmarco Quaresmini. Luca Segù si conferma ad alti livelli e salva l'onore della Ghinzani Arco con il quarto posto. Nel post-gara Giovanni Berton, che era arrivato quinto con la vettura della AB, viene escluso per irregolarità tecnica e la sua posizione la eredita Ronnie Valori. Per quanto riguarda le altre classi, Bashar Mardini trionfa in Michelin Cup davanti a Luca Pastorelli, mentre Riccardo Cazzaniga sconfigge Stefano Stefanelli tra le vetture Silver Cup. In seconda manche manca al via anche Simone Iaquinta che, dopo i troppi eccessi di bagarre collezionati fin dalla apertura stagionale di Imola, viene escluso dalla manifestazione. Bashar Mardini parte dalla pole, detiene per breve tempo la leadership poi lascia correttamente spazio agli avversari limitandosi ad amministrare la leadership in Michelin Cup. Quaresmini, partito quarto, lotta per la vittoria con Diego Bertonelli e Tommaso Mosca, il quale però è sotto la lente della Direzione Gara per una irregolarità commessa nel giro di formazione. A cinque giri dalla fine colpo di scena con Bertonelli costretto a farsi da parte per una foratura. Per Quaresmini è la vittoria davanti a Mosca. Il giovanissimo portacolori Tsunami però non ha molto tempo per gioire perché una penalità di cinque secondi lo retrocede in quinta posizione. A completare il podio sono così Sergio Campana, che aveva sfigurato in prima manche chiudendo oltre la decima posizione, e un felicissimo Luca Segù che può anche vantarsi di avere preceduto il ben più esperto Ronnie Valori. Nella Michelin Cup Bashar Mardini si conferma vincente davanti a Niccolò Mercatali e Luca Pastorelli, mentre nella Silver ennesimo trionfo per Riccardo Cazzaniga ai danni di "Giagua" e Vincenzo Montalbano. Non c'è dubbio che, senza l'incidente che li ha fatti uscire da Imola con un doppio zero in classifica, Pastorelli e Cazzaniga sarebbero nettamente i favoriti per la conquista dei titoli Michelin e Silver. Nella classifica principale della Carrera Cup Italia Rovera è ancora leader ma alle sue spalle ringhiano decisi Bertonelli e Quaresmini. Tra due settimane si torna già in campo a Misano Adriatico per il consueto round estivo sulla ostica pista romagnola.

N.M.B.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO