Rally Italia Sardinia, Ogier contrattacca!

Mikkelsen fermato dal cambio, Neuville rischia l'incidente

dettori.jpeg

Il Rally Italia Sardinia continua nel segno delle grandi emozioni e dopo l'inizio sfolgorante delle Hyundai i20 Coupe Wrc si è passati alla rabbiosa reazione di Sebastien Ogier e Julien Ingrassia. Con la Ford Fiesta Wrc i francesi sono ora al comando con un margine di quasi venti secondi su Thierry Neuville e Nicolas Gilsoul con la superstite Hyundai i20 Coupe Wrc "di punta". Mikkelsen è stato infatti costretto a fermarsi per noie al cambio sulla settima speciale ed è stato costretto a ricorrere al Super Rally, precipitando fuori dai giochi per l'alta classifica. La seconda frazione della prima giornata ha spento gli ardori di molti "big". Anche Ott Tanak è stato fermato dai danni accusati dalla sua Toyota Yaris WRC in un salto troppo "ardito", così come Teemu Suninen che è finito tra i cespugli con la sua Ford Fiesta WRC. Di questi problemi approfittano le Toyota Yaris WRC di Jari-Matti Latvala ed Esa-Pekka Lappi che sono ora al terzo e quarto posto rispettivamente. Ed anche la Citroen C3 Wrc di Mads Ostberg punta in alto occupando la quinta posizione. Dopo un inizio di gara poco brillante, Hayden Paddon è ora sesto con la propria Hyundai i20 Coupe Wrc, davanti ad uno spento Craig Breen con la seconda Citroen C3 Wrc.

Malgrado le sue due C3 WRC latitino dai giochi per la vittoria, la Citroen può gongolare per la leadership in WRC 2 di Stephane Lefebvre e Gabin Moreau con la C3 R5 in continuo progresso. Per la Skoda si profila un weekend da incubo visti i problemi che hanno retrocesso in classifica il norvegese Ole Kristian Veiby e data la pressione esercitata nei confronti del ceco Jan Kopecky dalla Hyundai i20 R5 di Nicolas Ciamin -che poche settimane fa ha gareggiato nel Trofeo Abarth a Le Castellet-. Si difende bene la Skoda Fabia R5 del nostro Fabio Andolfi, migliore della pattuglia italiana che ha accusato diverse perdite, tutte dovute a guasti meccanici.

Mentre alcuni, come Francesco Marrone e Fabrizio Arengi Bentivoglio entrambi al volante di Peugeot 208 T16, potranno riprendere con il Super Rally, per altri l'avventura potrebbe essere già arrivata al capolinea. Tra questi citiamo il corso "Piano", volto noto dei rally su terra toscani, fermo già sulla terza speciale con una Ford Fiesta WRC privata. Il migliore della pattuglia sarda è Giuseppe Dettori che occupa un eccellente sedicesimo posto assoluto con la Skoda Fabia R5. Si difende anche Giovanni Bitti ventisettesimo con la Ford Fiesta R5. Domani la corsa proseguirà su altre sette speciali. Su un percorso difficilissimo e con l'incognita delle alte temperature, la classifica potrebbe cambiare ancora.

N.M.B.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO