Super Cup, in Prima Divisione staffetta Iefimenko-Pigoli

Doppiette di classe per Nicolò Pezzuto ed Arturo Pucciarelli

33622892_10216984818351976_6911018110623416320_n.jpg

Il successo della quarta edizione della Super Cup si conferma anche all'Autodromo dell'Umbria. Ventitre i concorrenti iscritti alla Prima Divisione con molti ritorni e debutti. La prima gara vede Andrii Iefimenko con la Porsche 991 della Tsunami e Max Pigoli con la Porsche 997 di Autorlando in bagarre serrata per la vittoria, mentre alle loro spalle capita di tutto. Prima Patrick Bellezza rompe il motore della sua Porsche Cayman al "Cavatappi" -il tratto che comprende le curve del Tornantino e del Muro- poi rientrano ai box la Seat Leon di Lorenzo Luciani e la Mitjet dell'ex-protagonista del Civt Massimiliano Pezzuto. I numerosi doppiaggi non consentono a Pigoli di tenere il passo di Iefimenko quando, all'improvviso, entra la Safety Car per rimuovere la Seat Leon Supercopa di Stefano Quercioli, ferma per un guasto meccanico nella seconda parte del tracciato. Quando si riparte mancano pochi minuti alla fine e Pigoli tenta di nuovo l'attacco su Iefimenko, ma arriva un'altra neutralizzazione. Stavolta è la Bmw M3 E46 di Enrico Battaglia a fermarsi per cedimento meccanico al Cavatappi, il gruppo viene di nuovo imbrigliato dietro la vettura di sicurezza e ci resta fino alla bandiera a scacchi con la vittoria di Iefimenko su Pigoli e Lucio Gioffré, ormai a suo agio con la Porsche 991 della CLG Bloise. Dopo l'infelice esperienza nella serie Novecentoundici a Misano Antonio Montruccoli, in arte "Togo", ottiene un bel quarto posto all'esordio nella serie con la sua Porsche 997 GT3. Tra le vetture V8 bella prova di Roberto Del Castello quinto con la Cadillac CTS-V davanti alla Audi RS4 di Antonio Cardone, reduce dalla vittoria in E1 alla salita di Fasano. Anche Luli Del Castello con la Chevrolet Lumina V8 ex-Solaris però si mette in luce. Dopo delle qualifiche tribolatissime la abruzzese risale la classifica fino alla settima posizione finale. Tra le vetture Turismo T1 bella vittoria di Giulio Valentini che torna in campo con una Seat Leon Racer DSG del Team Cars Racing. Sconfitti Sandro Bettini con la Seat Leon Supercopa della Faro Racing ed il forte aretino Valmiro Presenzini con la Bmw 320 Super 2000 tante volte protagonista in WTCC. Presenzini sopravvive ad un lungo nella ghiaia alla Curva Papa e quindi ad un testacoda all'ultima curva per ottenere un ottimo piazzamento. In E1 2000 bella vittoria per Arturo Pucciarelli con la Alfa Romeo 147 davanti all'identica vettura di Sergio Borsini ed alla bella Renault New Clio di Piergiorgio Ottuzzi. In GT1 vittoria per il bergamasco Alessandro Nervi con la Porsche 997 di Autorlando davanti alle identiche vetture che Bellspeed schiera per Enrico Martini e Roberto Sacco. Nicolò Pezzuto trionfa tra le Mitjet davanti a Giovanni Faraonio.

In seconda manche purtroppo non parte Patrick Bellezza mentre Battaglia, Quercioli, Pezzuto senior e Diamanti sono regolarmente in griglia. Si riaccende subito la lotta per la supremazia tra Pigoli e Iefimenko ma stavolta è il comasco, con uno splendido attacco alla ottava tornata, ad avere la meglio. Non mancano comunque molti colpi di scena. Nel confronto per la supremazia tra le Turismo 1 Giulio Valentini e Valmiro Presenzini duellano con accanimento ed entrano in contatto dopo la Vecchi Box. Presenzini si gira e perde il vetro posteriore, riuscendo però a ripartire. Nel frattempo Fabrizio Diamanti, dopo un ottimo avvio nel quale aveva impensierito la Alfa Romeo 147 di Borsini, è costretto a rientrare ai box e ritirarsi un'altra volta con la Leon Supercopa ex-Valentini. Poco dopo metà gara, Luli Del Castello si gira alla prima curva con la sua Lumina e si insabbia costringendo all'ingresso della Safety Car. E sempre in quei momenti "Togo" Montruccoli si gira perdendo diverse posizioni. Rientra poi ai box la bella Clio E1 2.0 di Ottuzzi, assistita anche dal "big" del CIVM Daniele Pelorosso. Il gruppo viene incanalato dietro la Safety Car. Al nuovo via Presenzini riesce finalmente a passare Valentini, mentre alle loro spalle si fa valere lo spoletino Mauro Cesari, subentrato a Bettini sulla Leon della Faro Racing. Le Mitjet lottano duramente con Nicolò Pezzuto davanti al padre Max ed a Faraonio, ma non intralciano nelle delicate fasi di doppiaggio. "Togo" anima l'ultima fase di gara superando in un paio di giri ben sei concorrenti, tra i quali i compagni di team Massimo Regni ed Enrico Martini. Alla fine Pigoli va a vincere, davanti a Iefimenko e Gioffré, mentre Del Castello è quarto davanti a Cardone e Nervi. La rimonta di Montruccoli gli frutta un buon settimo posto davanti a Regni, Martini e Presenzini. Dopo lo stop di gara uno Enrico Battaglia porta a casa un buon tredicesimo posto assoluto, mentre Quercioli è sedicesimo. Ancora vittorie per Pucciarelli tra le E1 2.0 e per Pezzuto junior tra le Mitjet. La prossima gara della Super Cup sarà il 29 Luglio ad Imola.

N.M.B.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO