Trionfo di Monguzzi nell'Alfa Revival Cup

Ben trentatre vetture in campo a Monza in una gara splendida

alfa-romeo-gtm.jpg

Numeri da record per la serie Alfa Revival Cup che scende in pista a Monza con ben trentatre vetture al via. Per la prima volta quest'anno si corre di Domenica e le condizioni meteo sono eccellenti con un bel sole e temperature tipicamente estive. La corsa è dominata dalle Alfa Romeo GTAM ed a vincere è il cremonese Franco Monguzzi che, completamente da solo, comanda per gran parte dell'ora di gara escludendo un breve periodo durante la fase dei pit-stop obbligatori. Secondo posto per Daniele Facetti con un ritardo di oltre trentacinque secondi, ancor più staccato l'equipaggio formato da Fabrizio Zamuner e Roberto Restelli che completa il podio con un ritardo di quasi un minuto. Quarto Mathias Koerber che è l'ultimo dei piloti rimasti a pieni giri. Quinta posizione per il veterano lombardo Luigi Scalini. L'ex-protagonista del Campionato Italiano Prototipi scende in pista con la propria GTAM rosso-gialla e risale caparbiamente dalla quinta fila fino al quinto posto finale.

L'elenco delle auto al via è molto vario e le classi sono molto numerose. Oltre all'Assoluta Monguzzi intasca anche la vittoria in classe G2/H1-TC2000; nella H1-T2000, un tempo una delle classi di spicco del Campionato Italiano Autostoriche, c'è la vittoria della Alfa Romeo GTV 2000 di Luigi Mercatali davanti a Carlo Fabbrini ed all'equipaggio Covir formato da Alberto Bergamaschi e Stefano Caprotti. Quarti con la Giulia Veloce 2000 curata dalla GTM Motorsport Roberto Lonardi ed Eugenio Mosca. Vittoria amarognola per i lombardi Sante Adesso e Mauro Simoncini nella H1-TC 1600. La loro gialla GT 1600 Junior infatti accusa problemi tecnici a pochi minuti dalla bandiera a scacchi e l'equipaggio Lanza Motorsport è costretto a parcheggiare a bordo pista dovendo rinunciare ad un buon piazzamento assoluto. Nella G2-GTS 1600 grande successo per il duo siciliano formato da Roberto Chiaramonte Bordonaro e Claudio Guastella che con la Alfa Romeo Giulia Sprint GTA Gr.4 sono settimi assoluti. La H2-Gruppo 5 2000 vede la vittoria dell'Alfa Romeo GTV 2000 di Fausto Raveglia e Maurizio Corti, decimi assoluti. Non deludono però i loro rivali di classe, i portacolori della Scuderia Vesuvio Fabio De Beaumont e "Blu Max". Con la GTV 2000 curata dalla GTM Motorsport i due campani si rendono protagonisti di una performance egregia. Dominio straniero nella F-TC1600 con la vittoria della Giulia Ti Super di Fabian Koerber davanti alla identica vettura che la GPS Classic schiera per il brasiliano Frederico Della Noce. Terza di classe Evelin Ludwig sempre su Giulia TI Super. In I-TC 2000 festa grossa per Alessandro Cassetti Burchi con la Alfetta GT America, una vettura con un buon palmares in salita ed anche qualche "ferita di guerra" riportata al Chianti Classico. Nella E-TC 1300 vittoria senza grossi problemi per la Alfa Romeo Giulietta Ti di Alessandro ed Emanuele Morteo, reduci tra l'altro da una buona partecipazione alla gara Endurance storica a contorno della 24 Ore del Nurburgring, ma è degno di nota il confronto tra le identiche Giulietta Ti di Marco Milla e Gilles Giovannini e quella di Claudio Bambi nella prima parte di gara. Il fiorentino, reduce da un cedimento meccanico piuttosto pesante in qualifica, riesce a ripartire per la gara grazie al lavoro dello staff della Scuderia Biondetti, e duella a lungo con la vettura bianco-verde della GTM. Alla fine è Milla -orfano per questa gara del coequipier Fausto Amendolagine- ad avere la meglio, ma è stato un confronto da applausi. La corsa è estremamente corretta e nonostante la griglia molto folta non si verifica neppure una neutralizzazione. Il caldo però sollecita le meccaniche e ben otto vetture sono costrette al ritiro per guasti meccanici. Sono la GT 1300 Junior di Fabio Petreni e Giovanni Bassi  -costretta a desistere nel finale dopo una gara di sofferenza-, le GTAM di Christoph e Bernd Winkler, Davide Bertinelli e Gerald Grohmann, le GT Veloce 2000 di Fabio Gimignani e dell'equipaggio tosco-veneto formato da Andrea Oliva ed Amerigo Magonio, la Giulia Sprint GTA di Giovanni Serio e Bruno Repetto e la GTA 1300 Junior di Christian Ondrak. Nessuna fortuna anche per il tolonese Robert fermo già in prova per guasto meccanico. Dopo la lunga pausa estiva il campionato Alfa Revival Cup scenderà in pista ad Imola il 16 Settembre.

N.M.B.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO