Le Mans Classic, spettacolo d'altri tempi

Quasi cinquecento auto storiche al via

mercedes-le-mans.jpeg

Dopo la 24 Ore tradizionale a Le Mans scendono in campo i bolidi della 24 Ore Classic. Eventi principali della giornata sono la gara riservata alle Jaguar, quella riservata alle Porsche e quella dedicata alle storiche Gruppo C che fino al 1992 hanno scritto pagine importanti di storia sulla pista della Sarthe. La gara delle Jaguar vede ben cinquantacinque vetture ai nastri di partenza e sono le Jaguar Type E a fare la parte del leone. A vincere è Martin O'Connell davanti a Marcus Von Oeynausen e Vincent Gaye, affiancato dall'ex-protagonista del BTCC Anthony Reid. Quarta posizione per Carlos Monteverde in coppia con Gary Pearson, davanti alla Type E di Graeme e James Dodd. A spezzare il monopolio delle gloriose Type E è la XK 150 S di John Burton che chiude al ventiduesimo posto assoluto. Tra i concorrenti al via spicca Joe Macari, un nome molto noto agli appassionati della Sei Ore di Roma e dell'antico ETCS, che con una Jaguar Type D chiude trentaquattresimo assoluto. La gara delle Porsche vede il successo della Porsche 910 di Uwe Bruschnik davanti alla Porsche 911 Carrera RS di Raymond Narac, un pilota che con le vetture tedesche ha realizzato una eccellente carriera. Completa il podio su una 911 Carrera, ma in specifica RSR, il forte Karsten Le Blanc. Quarto posto per Ralf Kelleners e Didier Cazeaux con una 904 Carrera GTS davanti alla Porsche 911 Carrera RS di Adam Dawson. Le 911 sono le vedette della corsa con ben cinquantuno esemplari al via. Spicca tra i partecipanti anche l'ex-costruttore di Formula Uno Gerard Larrousse quarantunesimo con una 911 ST. Nella gara per le Gruppo C sono presenti ben trentanove vetture in rappresentanza dei marchi più disparati, dalle potenti Peugeot e Jaguar alle Spice ed alle Tiga. Ad imporsi è Michael Lyons con la Gebhardt C91 del 1991 davanti alla migliore delle numerose Jaguar al via, la XJR 9 di Shaun Lynn. Ancora un podio per Ralf Kelleners terzo con la Jaguar XJR 11 in coppia con Ivan Vercourtere. Richard Meins, pilota con un certo palmares in alcuni eventi internazionali tra cui Macao,  è quarto con una Jaguar XJR 8. Con una Rondeau M382 troviamo al quinto posto Soheil Ayari, ex-pilota di Formula 3000 e ALMS ora diventato poliedrico Gentleman-Driver, e "Mister John of B.". Si mette in mostra anche un equipaggio italiano formato da Massimo e Marco Guerra che con la GKW 862-C2 sono settimi assoluti. Fuori gioco con la sua Spice Rob Huff, big del WTCR. Sono ancora in corso le altre gare dei 6 Raggruppamenti storici in cui è divisa la 24 Ore Classic, e termineranno nel tardo pomeriggio di oggi.

N.M.B.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO