Rally di Roma, Lukyanuk inattaccabile

Record di forature per gli avversari ed il russo allunga

andreucci-2.jpg

Il Rally di Roma 2018 continua a mietere sorprese. Se al comando il russo Alexey Lukyanuk sembra inattaccabile, alle sue spalle ne capitano di tutti i colori. Nella quinta prova speciale, il secondo passaggio di Pico-Greci, un sasso sulla strada causa un record di forature. Tra i malcapitati a forare troviamo Chris Ingram, che retrocede fuori dalla Top Five, Albert Thurn und Taxis, Rhys Yates ancora sfortunato dopo la foratura di stamattina, lo svedese Fredrik Ahlin che fora la posteriore destra della sua Skoda Fabia R5, e soprattutto Simone Campedelli con la Ford Fiesta R5. Il romagnolo perde moltissimo tempo procedendo con l'anteriore destra forata, e come se non bastasse sulla successiva prova di Roccasecca subisce un'altra foratura che lo costringe allo stop. Paolo Andreucci, secondo nella graduatoria del Campionato Italiano Rally dietro a Giandomenico Basso, ha in mano una opportunità incredibile per ipotecare il titolo. E pensare che appena Lunedì scorso sembrava destinato al forfait. Nella stessa speciale fatale a Campedelli si ferma pure l'argentino Juan Carlos Alonso con la Mitsubishi Lancer Evo X, rimasto anche lui senza gomme di scorta dopo ripetute forature. Un altro avversario di Lukyanuk, Nikolay Gryazin, rompe il cambio nella superspeciale di Pico e precipita in classifica. Così la classifica provvisoria vede Lukyanuk davanti a Basso, Fabian Kreim, Grzegorz Grzyb ed Andreucci. Sesto posto per Bruno Magalhaes davanti a Juuso Nordgren, Ingram, il sorprendente Antonio Rusce con la Ford Fiesta R5 e Ahlin. Raphael Astier con la Abarth 124 Rally comanda la RGT Cup. Nel Rally di Pico, la gara nazionale in coda all'evento ERC, vittoria per la Skoda Fabia R5 di Giuseppe Polisini e Fiore Iscaro. Intenso il programma di Domenica che partirà alle 10:11 col primo passaggio a Rocca di Cave. Alle 11:02 primo passaggio sulla PS Monastero e poi alle 11:42 prmia ripetizione della PS Guarcino. Dopo un riordino a Fiuggi, alle 14:15 si parte per il secondo passaggio a Rocca di Cave. Alle 15:06 seconda ripetizione di Monastero e quindi immediatamente a seguire ultima ripetizione di Guarcino. Dopo l'ultimo riordino di Fiuggi il gruppo farà marcia verso Ostia dove, alle 19:18, avrà luogo la Superspeciale Ostia Super Special, cui seguirà l'arrivo nella località balneare.

N.M.B.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail