Lukyanuk e Scattolon Re del Roma Capitale

Tutti fuori i primattori del CIR nella massacrante gara laziale

scattolon.jpg

Occasione mancata per Paolo Andreucci per chiudere in anticipo i giochi per il titolo CIR 2018. Un incidente elimina il lucchese a poche speciali dalla fine del Rally di Roma Capitale 2018. Il ritiro della 208 T16 R5 consente così a Giacomo Scattolon, ottavo assoluto con la Skoda Fabia R5, di intascare il massimo punteggio tra i piloti iscritti al Campionato Italiano Rally. Secondo posto tra i piloti CIR per l'emiliano Antonio Rusce con la Ford Fiesta R5 mentre l'onore Peugeot viene "salvato" da Marco Pollara con la seconda Peugeot 208 T16 R5. Più staccate le Ford Fiesta R5 di Andrea Crugnola, Andrea Dalmazzini e Simone Campedelli che ora lamenta ventitre punti di ritardo da Andreucci con due gare ancora da disputare. Completa la gara per onor di firma anche Kevin Gilardoni con la Hyundai i20 R5. Il successo assoluto e tra i piloti del Campionato Europeo lo intasca Alexey Lukyanuk con la Fiesta R5 davanti a Giandomenico Basso e Grzegorz Grzyb entrambi in gara su Skoda Fabia R5. Quarto posto per il tedesco Fabian Kreim davanti al portoghese Bruno Magalhaes ed al rimontante Chris Ingram. Anche questi tre piloti sono al volante di Skoda Fabia, modello decisamente dominante nella competizione romana anche se la Ford ha conquistato il bersaglio grosso con Lukyanuk. Con questo piazzamento Kreim è il nuovo campione della classe Junior Under 28 dell'ERC. Nella gara della RGT Cup successo per Raphael Astier con la Abarth 124 Rally sconfiggendo le identiche vetture di Andrea Modanesi e Andrea Nucita costretti entrambi a ricorrere al Rally 2 dopo i cedimenti meccanici della prima giornata di gara. Nonostante abbiano chiuso in fondo al gruppo i due italiani restano in lizza per la vittoria della Coppa il cui prossimo round sarà al Barum Rally. I problemi tecnici patiti da Tommaso Ciuffi nell'ultima giornata di gara consentono ad Andrea Mazzocchi di scavalcarlo in classifica di campionato con i punti del terzo posto conseguiti chiudendo alle spalle di Davide Nicelli e Stefano Strabello. Nel Trofeo Clio R3 Top successo per Ivan Ferrarotti; un ottimo Alberto Paris trionfa nel Trofeo Twingo mentre nel Trofeo Suzuki bella vittoria per Giorgio Cogni davanti a Stefano Martinelli. Grande successo di pubblico per la Superspeciale finale di Ostia, seguita dalla cerimonia di premiazione nella località balneare romana. L'appuntamento per la prossima gara del Campionato Italiano Rally è ora al Rally dell'Adriatico in Settembre, nuova chance per Andreucci per chiudere i giochi per l'undicesimo titolo italiano.

N.M.B.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail