CIVM, il punto prima di Pedavena

La corsa di Belluno torna alla vecchia data di Settembre

magliona.jpg

Dopo il ricco evento di Gubbio il CIVM si accinge a partire per Pedavena per la quartultima tappa di campionato. La Croce d'Aune potrebbe anche rappresentare il passo decisivo per la conquista del titolo assoluto da parte di Omar Magliona, che con la vittoria a Gubbio con la Norma M20 FC ha allungato su Christian Merli, impossibilitato a partecipare a causa della concomitanza con St.Ursanne-Les Rangiers. A lottare per l'assoluta sulle montagne bellunesi però troveremo vari protagonisti fra cui Michele Fattorini, Domenico Cubeda e la famiglia Conticelli. Molto probabilmente anche Francesco Turatello cercherà di unirsi alla festa dopo molte ottime prove nel CEM. Attenzione anche a vetture monoposto fra cui la Lola di Angelo Marino e la Gloria C8P del veronese Federico Liber, sesto a Gubbio e da molti anni dominatore assoluto nelle salite di Slovenia e Croazia. Per quanto riguarda le altre categorie, si registrerà un duro confronto per la supremazia con molti protagonisti. In GT continuerà il duello tra la Bmw Z4 di Marco Iacoangeli e la Ferrari 458 di Lucio Peruggini, mentre in E2 Silhouette Manuel Dondi dovrà faticare per difendere la sua supremazia. Molti saranno gli avversari che tenteranno di rendere impossibile la vita alla sua Fiat X1/9. In E1 Italia ci si aspetta il riscatto di Marco Sbrollini con la Lancia Delta Evo dopo i molti problemi che lo hanno penalizzato a Gubbio. Ma attenzione anche a Luigi Sambuco che sempre in Umbria ha offerto una super-performance con la Alfa Romeo 155, lottando "fianco a fianco" con Daniele Pelorosso. Anche l'orvietano con la Renault Clio Proto dovrebbe scendere regolarmente in campo a Belluno. Attenzione anche nelle classi minori che vedranno protagonisti del calibro di Giuseppe Aragona, Giovanni Regis, Bruno Grifoni e Marco Berardi. In Gruppo A ci si aspetta l'ennesima cavalcata di Rudi Bicciato con la Mitsubishi Lancer, ma attenzione anche ai bolidi delle classi inferiori con Paolo Parlato in cerca di punti per il titolo A2000 con la sua Civic ed Angelo Guzzetta intento a respingere gli assalti di tanti avversari sulla strada per il titolo A1600. In Gruppo N Antonino Migliuolo e Gabriella Pedroni come sempre si daranno da fare con le loro Lancer ma anche il biturgense Lorenzo Mercati si darà da fare per conquistare il successo. In N2000 dovrebbe riproporsi il duello tra Honda Civic con Adriano Pilotto ed il pugliese Angelo Loconte, mentre in N1600 continua il confronto tra le Citroen Saxo Vts di Vincenzo Ottaviani e Rocco Errichetti, con quest'ultimo che ha un punto debole nell'affidabilità del suo bolide. In Racing Start Plus Antonio Scappa tenta di allungare le mani sul titolo complici gli incidenti che hanno coinvolto il suo principale rivale Oronzo Montanaro. Le Mini Cooper S JCW dominano in questa categoria grazie anche ad altri piloti quali il pugliese Lorenzo Mansueto. Molti saranno i protagonisti del Nord Italia che scenderanno in campo a Belluno sia sulle vetture inglesi che su altri mezzi. Mini protagoniste anche in Racing Start "semplice" con Francesco Savoia e Giovanni Loffredo che nelle scorse gare si sono scambiati "colpi su colpi" nelle gare precedenti. Per quanto riguarda le categoria Produzione S e Produzione Evo, a Belluno si vedranno diversi protagonisti locali in cerca di punti per le chilometriche graduatorie di categoria. Dopo la corsa di Pedavena, si tornerà in campo dopo appena due settimane con la prima delle tre finali, la Monte Erice.

N.M.B.

  • shares
  • Mail