TCR Italy, Tavano si cinge d'alloro

Inutile doppietta di Ferrara nella finale di Monza

Si chiude la stagione della serie TCR Italy sul circuito di Monza ed il nuovo campione italiano è Salvatore Tavano. Al siciliano è sufficiente il quinto posto della prima manche -ottenuto tra l'altro a tavolino dopo la penalizzazione inflitta al macedone Stefanovski- per conquistare il titolo. Inutile il forcing finale di Luigi Ferrara con la Alfa Romeo Giulietta di V-Action. Il pugliese lotta come un leone già nella prima ripresa e riesce sul filo di lana a piegare la concorrenza di Eric Scalvini, ma il piazzamento di Tavano vanifica il suo successo. A completare il podio della prima manche è il lombardo Enrico Bettera, in crescita prestazionale nelle ultime gare con la Audi RS3 LMS della Pit Lane. Va detto che i primi tre subiscono tutti cinque secondi di penalità, a riprova di una prima manche veramente combattuta nonostante la pista bagnata dalla pioggia. Il distacco accumulato da Andrea Larini, quarto con la Leon della Pit Lane, non consente al toscano di beneficiare di queste penalizzazioni. Alle spalle di Tavano troviamo il forte romano Lorenzo Nicoli con la Honda Civic della MM Motorsport ed un nervoso Igor Stefanovski. L'ex-jugoslavo alla guida di una Leon è particolarmente veloce sul bagnato ma vanifica un buon piazzamento con la sua aggressività. In classe DSG, con il neo-campione Giovanni Altoè assente, si scatenano gli ufficiali Seat Sport Italia con Matteo Greco primo e Massimiliano Gagliano secondo. Furibonda rimonta dal fondo della griglia e terzo posto di classe DSG per il romano Alessandro Thellung dopo che con la sua Seat Leon era finito contro le barriere in qualifica. Nella seconda manche, con i giochi per il titolo già decisi, si assiste di nuovo ad un'aspra bagarre per la supremazia con sei piloti protagonisti. La collisione tra la Hyundai i30 di Federico Paolino e l'Alfa Romeo Giulietta di Adriano Bernazzani alla Prima Variante causa il ritiro del piemontese la cui vettura resta in posizione pericolosa: inevitabile l'ingresso della Safety Car. Al nuovo via Ferrara contiene gli attacchi di Bettera, Stefanovski, Tavano, Scalvini e Jurgen Schmarl, ma la Honda Civic di quest'ultimo accusa un problema meccanico alla Variante Ascari. Il pilota della Target è costretto quindi al rientro ai box. Poco dopo alla Prima Variante Tavano e Scalvini si toccano ed il pilota BRC Racing retrocede in fondo al gruppo e non riuscirà più a risalire complice una foratura all'anteriore destra sul finale di gara. Tavano verrà punito con un Drive Through perdendo a sua volta molte posizioni. Sempre alla Prima Variante Enrico Bettera vede la sua gara compromessa dopo essere stato colpito da Stefanovski, il pilota Pit Lane deve posteggiare la sua Audi sull'erba. Il macedone subisce a sua volta un Drive Through e si gioca ogni possibilità di podio, peccato perché aveva dimostrato una guida particolarmente spettacolare sulla pista ancora umida. Si ritira intanto anche Marco Pellegrini Anatrella con la seconda Honda Civic della Target. Ferrara va a vincere, davanti a Lorenzo Nicoli ed a Greco che oltre a vincere la classe DSG completa il podio assoluto. Un po' di gloria anche per Gagliano quarto assoluto e secondo di classe DSG. Dopo alcune gare sfortunate Edoardo Cappello è quinto assoluto con la Alfa Romeo Giulietta sotto i colori del Team Piloti Forlivesi precedendo un Larini meno combattivo del solito. Dopo una prima manche sfortunata chiusa con il rientro ai box si riscatta Andrea Argenti nono assoluto con la Opel Astra alle spalle della Honda Civic di Mauro Guastamacchia. Tra le vetture DSG ancora terzo posto per Thellung dopo una gara tutta d'attacco; più in difficoltà Francesco Savoia con la Leon della Gretaracing ed Ermanno Dionisio che dopo l'incidente patito a Misano Adriatico torna in scena con la Audi RS3 LMS di Pit Lane grigio-verde-blu. Oltre a Stefanovski scende in pista un altro esordiente straniero, Joerg Schori con una Seat Leon DSG, in entrambe le gare eliminato da problemi tecnici.

N.M.B.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail