Seat Cupra ST, Pelatti campione col brivido

Bassi e Palanti gli ultimi vincitori del 2018

La Seat Cupra ST Cup chiude i battenti all'Autodromo Nazionale di Monza con due gare piuttosto combattute nonostante le sole dieci vetture al via. La prima manche vede subito il successo del campione TCS 2016 Alberto Bassi che sull'umido anima un bel confronto con Guido Sciaguato. Alla fine Bassi la spunta con un secondo di margine e preclude all'avversario la possibilità di portarsi in testa alla classifica di campionato. Con il quinto posto alle spalle di Alberto Biraghi e Raffaele Gurrieri, Sandro Pelatti conserva per un solo punto la leadership di categoria. Il fiorentino però fatica per contenere un Matteo Greco particolarmente attivo in questo weekend viste le sue ottime performance nelle gare della serie TCR Italy. L'asfalto bagnato non rende la prima manche particolarmente combattuta nelle posizioni di rincalzo. Per il settimo posto Franco Gnutti ha facilmente la meglio su Paolo Palanti, mentre i "Gentleman Drivers" Angelo Andrea Masserini e Nicola Guida completano più staccati la classifica. La manche decisiva è nella mattinata di Domenica ed i piloti, con la pista asciutta ed il sole, possono esprimere tutto il potenziale delle loro veloci Station Wagon. Bassi, Biraghi, Sciaguato e Pelatti sono i principali protagonisti della bagarre mentre Greco stavolta è in posizione più defilata, forse perché ancora provato per l'ottimo terzo posto assoluto conseguito poco prima nella seconda manche del TCR Italy. Nella seconda parte di gara la bagarre si intensifica, in particolare tra Pelatti e Sciaguato che si giuocano il campionato. Alla Prima Variante il "fattaccio" che decide la stagione. Bassi chiude la porta a Pelatti che lo urta sul posteriore, il fiorentino perde il paraurti anteriore e quindi colpisce la fiancata destra di Sciaguato. Questi subisce un cedimento meccanico ed è costretto a fermarsi rinunciando ad ogni velleità di titolo. Pelatti riesce invece a continuare ma viene raggiunto e superato da Palanti, Gnutti e Gurrieri. Non passa molto tempo che Biraghi tenta l'attacco su Bassi alla Parabolica e lo tocca quel tanto che basta per farlo sbandare all'interno. Bassi evita il contatto con il guard rail ma la sua Cupra ST non riprende più la corsa. Le emozioni non finiscono. Gurrieri tenta di portarsi al secondo posto passando Gnutti e Palanti alla Prima Variante ma va troppo veloce e si alza con le ruote di sinistra. Il siciliano riesce ad evitare il ribaltamento e, dopo una toccata col Palanti una volta tornato sulle quattro ruote, subisce il sorpasso da parte di Guida. Nel frattempo, Pelatti sopraggiunge ed aumenta la confusione perdendo il faro anteriore destro che si frantuma sull'asfalto. Palanti si porta secondo a scapito di Gnutti mentre Biraghi allunga e passa per primo sotto la bandiera a scacchi. La Direzione Gara però punisce la sua collisione con Bassi con una penalità che lo retrocede al quinto posto. Palanti ottiene la vittoria davanti a Gnutti, Guida e Gurrieri, mentre il neo-campione Pelatti si classifica settimo dietro a Greco e davanti al solo Masserini, ultimo a passare sotto la bandiera a scacchi. Si chiude così l'edizione 2018 della Cupra ST Cup, un campionato che, malgrado griglie un po' stringate, ha saputo offrire gare molto combattute.

N.M.B.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail