Ferrari, Massa: "Non condivido la decisione dei commissari"

felipe massa

Il Gran Premio d'India di Formula 1 è stato avaro di gioie per Felipe Massa, che ha messo in archivio una gara dall'esito infelice. Sul Buddh International Circuit il pilota brasiliano della Ferrari è stato costretto al ritiro al 33° giro per la rottura della sospensione anteriore sinistra, determinata da una serie di concause.

Fatale per lui l'impatto contro un cordolo, in una corsa segnata dal contatto con Lewis Hamilton avvenuto nelle fasi precedenti. L'incidente fra i due è stato rimesso al giudizio dei commissari, che hanno comminato un Drive Through al paulista, ritenendolo responsabile dell'accaduto, per "urto evitabile".

Massa rispetta la decisione, ma ha un'opinione diversa: "C'è poco da dire al termine di un weekend come questo. Non riuscire a finire una gara in cui avevo dimostrato di avere il passo per lottare per il podio mi dispiace molto. Per quanto riguarda la collisione con Hamilton, posso soltanto dire che non condivido la decisione degli Steward che hanno voluto punirmi".

"Io -aggiunge il brasiliano di Maranello- ho semplicemente seguito la traiettoria ideale, frenando al limite e rimanendo sulla parte gommata della pista: lui è rimasto all’interno, sulla parte sporca, e mi ha toccato sulla ruota posteriore sinistra. Che altro potevo fare? E’ l’ennesima volta che Hamilton mi viene addosso quest’anno, sembra che ci sia un’attrazione fatale…. A suo tempo, ho cercato di parlargli ma lui non si è dimostrato interessato a farlo. Ora meglio voltare subito pagina e pensare agli ultimi due Gran Premi dell’anno".

Via | Ferrari.com

  • shares
  • Mail
16 commenti Aggiorna
Ordina: