Smart EQ Cup, Ferri campione!

Panzavuota e Capra si spartiscono le vittorie nella finale di Franciacorta

Fulvio Ferri è il primo campione della Smart EQ Cup. Dopo avere dominato gran parte della stagione 2018 scattata al Misano World Circuit, il romano fa "l'ingegnere" nella fredda cornice dell'Autodromo Daniel Bonara di Franciacorta, intascando il titolo con il terzo posto nella prima manche. Nella seconda manche Ferri non riesce a celebrare al meglio il titolo appena vinto, dovendo fermarsi in ghiaia nelle battute finali.

Gara 1


Nella prima manche è Marco Panzavuota a dominare le operazioni. Il marchigiano, già vincente al Milano Rally Show, impone la sua legge e precede sul traguardo un combattivo Vittorio Ghirelli. Questi riesce a contenere fino in fondo Fulvio Ferri, che alla fine cede e si accontenta del gradino più basso del podio sufficiente come già detto per laurearsi campione. Per il quarto posto Lorenzo Longo e Piergiorgio Capra duellano all'arma bianca ed alla fine terminano nell'ordine. Bellissimo sesto posto per Silvia Simoni che si aggiudica matematicamente il Trofeo Junior con una gara d'anticipo precedendo il debuttante Andrea Levy. Alberto Lembo perde terreno nelle battute finali e da quinto scende ottavo. La Top Ten la completano Gianalberto Coldani ed un altro esordiente, Emanuele Liboni. Solo sedicesimo posto per Silvia Sellani che però si avvicina al titolo Femminile.

Gara 2


Nella seconda manche la bagarre è al calor bianco e per la vittoria si fronteggiano Piergiorgio Capra, Alberto Lembo, Fulvio Ferri e Giuseppe Bodega subentrato a Panzavuota. Ferri sembra favorito per la vittoria ma una ruota posteriore si blocca proprio a poche centinaia di metri dalla fine ed il romano termina la corsa con un insabbiamento con danni solo per l'orgoglio e nessuno per auto e pilota. Capra va così a vincere, davanti a Lembo e Bodega. Con i punti ottenuti dal suo coequipier, Marco Panzavuota diventa il vicecampione 2018 della serie. Il quinto posto va a Lorenzo Longo davanti a Liboni, Franco Gallina e Maurizio Spinali. Alessandro Viganò contiene l'esordiente assoluto Alessandro Molinari e fa suo il nono posto. Silvia Sellani termina undicesima e si laurea campionessa Femminile. Ultimo giro amaro, oltre che per Ferri, anche per Silvia Simoni che si ritrova con la ruota anteriore sinistra totalmente aperta, un guasto provocato dall'aspra bagarre che nei giri precedenti aveva opposto la romana a diversi avversari. Ritirato per un raro guasto meccanico anche Gianalberto Coldani. La Smart EQ Cup dà ora appuntamento al 2019 per una stagione ancora più ricca di gare.

N.M.B.

  • shares
  • +1
  • Mail