Individual Races Attack: Colacino vince, grande Broccolini

La BlackM di Cesari ferma per guasto in prima manche di gara

La stagione 2019 dell'Individual Races Attack scatta con una nuova formula di gara: prove il Sabato pomeriggio e le due manche di gara in rapida successione nella tarda mattinata di Domenica. L'afflusso di piloti al via non è molto incoraggiante, ma il livello tecnico resta discreto. Nelle prove emerge la BlackM di Mauro Cesari che conquista il miglior tempo davanti alla Tiga SP di Walter Colacino. La sfortuna però si accanisce sullo spoletino. Nella prima manche di gara la vettura in specifica E2S 1600 accusa l'ennesimo cedimento meccanico; Mauro è costretto ad accostare a bordo pista ed a chiudere anzitempo il weekend. Per Colacino la strada verso il trionfo con la Tiga CN 3000 è spianata. Al secondo posto chiude la veloce perugina Deborah Broccolini. Con la fedele Mini Cooper JCW RS Plus 1600 Turbo la figlia d'arte umbra conquista uno dei migliori "Assoluti" di sempre, frutto di due manche estremamente rapide e regolari. Davvero una bella gara per la perugina che, nonostante il protrarsi di non perfette condizioni fisiche, sarà regolarmente in campo nelle principali gare CIVM e TIVM 2019. Nettamente sconfitto Lorenzo Flavi che eredita la Mini Cooper S RS Plus 1600 Turbo da papà Fausto. Per Lorenzo, comunque, subito un ottimo piazzamento per essere agli inizi della carriera. Quarto posto assoluto e vittoria in Racing Start 2000 per Enrico Pascucci che eredita da Stefano Spagnoli la Alfa Romeo 155, ripristinata dopo i problemi tecnici patiti nelle qualifiche dell'Attack di Novembre. La MPM raccoglie buoni riscontri anche con Lorenzo Lupi al debutto con una Citroen Saxo VTS dopo alcune gare di apprendistato con una Peugeot 106 RS 1.4. Con questa vettura il pilota di Castel Giorgio vince la RS 1600 ed è quinto assoluto. Sesto posto assoluto e trionfo tra le Autostoriche per il portacolori Race Project Gianpiero Olivieri. Il commerciante orvietano non delude con la Alfa Romeo Alfasud Sprint J1 1600 S ex-Giuliano Cenci e intasca bottino pieno tra le Autostoriche. Olivieri, uno dei "decani" dell'Automobilismo Sportivo orvietano, sta anche rimettendo in sesto la sua fedele Renault 5 GT Turbo con l'aiuto di Gabriele Bissichini. Alle sue spalle, il compagno di team e veterano del CIVT Marco De Palma che per l'occasione riporta in scena la Peugeot 206 GTI di Elisa Francese. Rimessa in sesto dopo la toccata alla scorsa Cronoscalata della Castellana, la 206 è ancora in rodaggio ma le potenzialità sembrano buone. Per De Palma secondo posto in RS 2000. Chiude la classifica Marina Pasqualoni che con la Citroen C1 della MPM espugna la Racing Start Plus 1600. La formazione di Enrico Pascucci è però costretta a registrare anche il rientro ai box anzitempo di Riccardo Trippini con la Honda Civic V-Tec EG6 RS Plus 1600 nella seconda manche. In questa "salita" fuori gioco per noie tecniche anche la Alfa Romeo 33 MkII E1 2000 del PS ternano Gianluigi Carelli mentre Giulio Tiné con la Bmw 318 Challenge RS Plus 2000 sbaglia il conteggio dei giri finendo fuori classifica. L'Individual Attack dà appuntamento a tutti a Novembre, sperando in un migliore afflusso di partecipanti...

N.M.B.

  • shares
  • Mail