Coppa Italia Turismo, al Mugello partenza bagnata

Fumagalli risponde a Brigliadori

 

Partenza stagionale per la Coppa Italia Turismo 2019 al Mugello Circuit. Le condizioni meteo non sono delle migliori fin dalle prove di qualifica e la prima manche di gara è sotto la pioggia. Non si schierano il romano Andrea Argenti che si era qualificato sesto con la Opel Astra TCR e Daniele Cappellari con la Volkswagen Golf GTI. In queste condizioni c'è il dominio del romagnolo Eric Brigliadori con la Audi RS3 LMS della BF Motorsport. Guido Sciaguato, in campo con la Cupra DSG della BD Racing, è secondo assoluto con ampio margine sulla Honda Civic TCR MM Motorsport di Mauro Guastamacchia. Al quarto posto assoluto troviamo la seconda Cupra DSG BD Racing di Simone Sartoni che precede di circa dieci secondi Alessio Caiola su identica auto. Sesto posto per il triestino Federico Borrett con la Bmw M3 E36, capace di precedere senza grossa fatica le Honda Civic TCR di Romy Dall'Antonia e di Luigi Bamonte. Al nono posto c'è Riccardo Fumagalli con la Bmw M3 E92 del Team Piloti Forlivesi, penalizzato dall'asfalto bagnato. La Top Ten della prima manche la chiude il pugliese Francesco Palmisano che con la Leon della Autostar subisce cinque secondi di penalità per partenza anticipata, che comunque non alterano il suo piazzamento sul campo. Cosa che invece accade a Stefano Fusilli costretto a cedere il suo undicesimo posto assoluto con la Honda Civic TCS della MM Motorsport alla Honda Civic Type-R di Camillo Piccin che vince in 2.Divisione. Roberto Vanni con la Bmw 318 Trofeo è quattordicesimo davanti al simpatico Fun Cup del genovese Mimmo Cevasco. Tra le Mitjet vittoria per Giulio Bensi davanti a Marco Gnani. I due non si presentano al via della seconda manche che vede il rapido riscatto di Alberto Fumagalli. Il lombardo su una pista in condizioni leggermente migliori impone la sua classe e precede nettamente Nicola Sciaguato. Samuele Piccin, subentrato a Dall'Antonia, completa il podio e precede di poco meno di due decimi Fabio Fabiani subentrato ad Eric Brigliadori. Caiola e Borrett confermano i piazzamenti delle prime manche ma degna di nota la gara di Gianni Bellandi. Il fiorentino -che quest'anno dovrebbe gareggiare anche in un paio di gare del Motormart VW Challenge sudafricano- con la "piccola" Bmw 318 Trofeo nera curata da Walter Colacino chiude settimo assoluto e vince la 2.Divisione, precedendo la Leon di Palmisano in maniera nettissima. Completano il podio della 2.Divisione Rino De Luca e Mimmo Cevasco. Grossi problemi per gli alfieri della MM Motorsport di Emanuele Alborghetti: Alessio Aiello termina decimo assoluto, Luigi Bamonte si ferma ad un giro dalla fine ed è classificato dodicesimo ad un giro e Stefano Fusilli con la Civic TCS transita sotto la bandiera a scacchi con lo stesso distacco al tredicesimo posto. La "one off" di Simone Sartoni in Coppa Italia Turismo si chiude con un ritiro dopo tre giri. Due sole settimane di pausa e la carovana della Coppa Italia scenderà oltre lo Stretto di Messina per correre sull'anello di Pergusa.

N.M.B.

  • shares
  • Mail