Ayrton Senna ricordato ad Imola con l'Ayrton Day 2019

Una giornata celebrativa, per ricordare il mito di Ayrton Senna, nella ricorrenza del quarto di secolo della tragica scomparsa dell'asso brasiliano.


Il primo maggio ricorre il 25° anniversario della tragica scomparsa di Ayrton Senna, avvenuta sul circuito di Imola. Per ricordare il grande campione brasiliano, l'Autodromo Enzo e Dino Ferrari, nella giornata di mercoledì prossimo, sarà teatro dell'Ayrton Day.

L'evento commemorativo si svilupperà dalle 8 alle 18, con un ricco calendario di appuntamenti. Fra i rendez-vous più emozionanti merita di essere citato lo show in pista con vetture di Formula 1 ed auto storiche (ore 11:30), ma il programma prevede anche mostre e visite guidate alle strutture dell'Autodromo. Non mancheranno dei simulatori, per regalare in modo virtuale l'ebbrezza della velocità.

Spazio centrale per la memoria, con la mostra fotografica "Simply the best" a firma di Angelo Orsi e Mirco Lazzari, e con la mostra di quadri "Senna". Imperdibile la conferenza su "L'uomo, il pilota, il mito" (ore 10:00 presso la Sala Conferenze) con i membri del F1 Gran Prix Drivers Club. Volete sapere i loro nomi? Eccovi accontentati: Emanuele Pirro, Howden Ganley, Patrick Tambay, Hans Herrmann, Derek Daly, David Piper, Teddy Pilette, Jo Vonlanthen, Mike Wilds, Jo Ramirez, Mario Theissen.

Tutte da vivere la sessione di autografi e la presentazione del libro "Senna Inedito" (ore 16:00 presso la Sala Conferenze) a firma di Pino Allievi, Roberto Boccafogli, Carlo Cavicchi, Giorgio Piola, Carlos Sanchez.

Sette le monoposto di Formula 1 legate ad Ayrton Senna presenti all'Autodromo di Imola per la circostanza: si spazia dalla Williams FW08 del 1983, con cui il brasiliano fece il primo test in F1, alla Williams FW16 del 1994, passando per le Lotus 97T/4 John Players e 99T/6 Camel, le McLaren MP4/5B ed MP4/7 e la Williams FW14, con l'aggiunta della supercar stradale Honda NSX. Nei box saranno presenti anche le Minardi M192, M194 e PS01, la Ferrari F93A, la Toro Rosso STR 03 e la Van Diemen RF83 di Roland Ratzenberger.

  • shares
  • Mail