Supercars Series, Lippi vince ma grande Luli Del Castello

Sfortuna per Valli fermo in seconda manche con la Bmw Z4

Prima gara della Supercars Series all'Autodromo dell'Umbria con uno schieramento qualitativamente eccellente. La pole position viene conquistata dalla vettura più bella e potente del lotto, la Ferrari 458 GT3 di Alberto Lippi. In seconda posizione si sistema la Chevrolet Corvette che la Erreci Proracing cura per Roberto e Luli Del Castello. In seconda fila si installano la Bmw Z4 di Stefano Valli e la Lamborghini Huracan del calabrese Lucio Gioffrè.

Gara 1


Partenza ritardata di alcuni minuti per ripulire una perdita di liquidi dalla Lamborghini Gallardo di Ignazio Cannavò. Per ulteriore sicurezza di decide di fare partire la gara dietro la Safety Car. Dopo un paio di giri vengono date le bandiere verdi e c'è subito lo scatto deciso al comando di Lippi, con Roberto Del Castello che tenta di rimanere sulla sua scia. Il confronto continua per alcuni giri finché Del Castello non compie un errore all'uscita del Cavatappi, intraversandosi con la sua Chevrolet e venendo passato da Valli e Gioffrè. Non solo, di lì a poche curve l'aquilano compie un secondo errore venendo così scalzato da Cannavò e dalla Renault Megane Trophy del pugliese Benny Strignano. Del Castello non si arrende ed inizia una rabbiosa rimonta che darà pepe a tutta la seconda parte di gara. Un ulteriore colpo di scena lo fornisce Lucio Gioffrè che si intraversa nello stesso punto fatale a Del Castello e perde molto tempo prima di ripartire. Mentre Lippi allunga al comando e non sarà più insidiato fino alla bandiera a scacchi, Del Castello raggiunge Valli e tenta negli ultimi minuti di gara di scalzarlo. Il sammarinese resiste con le unghie e coi denti e riesce a conservare il secondo posto ai danni della Corvette. Intanto per il quarto posto Strignano ha ragione su Cannavò dopo un aspro duello; il siciliano della One Racing Limited viene insidiato anche dalla Porsche 997 Gt3 di "Togo" Montruccoli, iscrittosi in extremis alla corsa, ma riesce a mantenere il quinto posto. Tra le V8 solitaria affermazione per la Mercedes C63 di Pietro Giordano mentre tra le Cayman vittoria di Patrick Bellezza su Gaetani al via con un esemplare di ultima generazione.

Gara 2


Grossa sorpresa al via della seconda manche con Luli Del Castello che sorprende Lippi e si invola al comando. La giovane abruzzese con grande coraggio rintuzza gli attacchi della più potente Ferrari per oltre metà gara, poi Lippi riesce ad avere la meglio con un attacco imperioso. Un errore alla Esse durante il doppiaggio di Patrick Bellezza permette a Luli Del Castello di riavvicinarsi a Lippi, poi il ferrarista lancia l'allungo decisivo e si invola verso una bella doppietta. Alle spalle dei primi due capita di tutto. Dapprima si registra il bel confronto tra Cannavò ed Antonio Angrisano, subentrato a Strignano sulla Megane Trophy di CLG Bloise, con Antonio "Togo" Montruccoli ancora terzo incomodo. Cannavò sembra poter allungare sulla Megane, ma poco dopo metà gara, alla Curva Papa, Angrisano lancia un attacco a tutto gas ai danni della Gallardo che culmina in una leggera toccata fianco a fianco e frutta al pugliese il quinto posto; che diventa poi quarto sul finale di gara, visto che Stefano Valli è costretto a parcheggiare la sua Bmw Z4 a bordo pista prima del Cavatappi. Così Lucio Gioffrè può riscattarsi per l'incolore prima manche con il gradino più basso del podio. Sul finire della corsa Cannavò e "Togo" duellano accanitamente ed anche stavolta è il siciliano ad avere la meglio per il quinto posto. Patrick Bellezza vince ancora tra le Cayman mentre Pietro Giordano viene tradito dalla meccanica della Mercedes C63 V8 e si deve ritirare. Prossima gara di campionato a Franciacorta il 12 Maggio; a Brescia arriveranno due nuove Porsche, una per gli ucraini Iefimenko e Bastrychev ed un'altra per il veterano lombardo Renato Benusiglio.

N.M.B.

  • shares
  • Mail