Debutto spettacolare per Ignazio Cannavò in Supercars Series

Due quinti posti per il portacolori della One Racing Limited

L'esordio nelle gare su pista di Ignazio Cannavò è stato davvero positivo. Al volante della Lamborghini Gallardo della One Racing Limited, il siciliano si è subito reso protagonista di prove positive che lo hanno collocato al sesto posto in griglia di partenza. La partenza della prima manche è stata però caratterizzata da un brivido non da poco: una perdita di liquidi dal posteriore della sua Lambo costringeva al ritardo della partenza, che avveniva in regime di Safety Car. Lo staff di Giuseppe Pillirone riusciva comunque a ripristinare il danno prima del via e Cannavò poteva partire regolarmente. Principale rivale di Ignazio era Benny Strignano con la Renault Megane Trophy della CLG Bloise. I due si giocavano la quinta posizione, ma guadagnavano una posizione quando Roberto Del Castello si intraversava due volte con la sua Chevrolet Corvette. Un altro colpo di scena dopo un paio di giri con il testacoda della Lamborghini Huracan di Lucio Gioffrè sempre all'uscita del Cavatappi che fruttava a Cannavò e Strignano un'altra posizione. Del Castello poi scavalcava i due duellanti ed iniziava una rabbiosa caccia al secondo posto di Stefano Valli. Cannavò difendeva il quarto posto assoluto con le unghie e coi denti ma alla fine il giovane Strignano aveva la meglio. Cannavò conservava comunque con merito il quinto posto dal ritorno della Porsche 997 GT3 di Antonio "Togo" Montruccoli. Nella seconda manche, caratterizzata dall'exploit al comando di Luli Del Castello scavalcata solo dopo metà gara dalla Ferrari 458 GT3 di Alberto Lippi, Cannavò si dava da fare lottando un'altra volta con la Renault Megane Trophy della CLG Bloise guidata però stavolta dal veterano pugliese Antonio Angrisano. "Togo" si riportava ben presto sui due trasformando il confronto in un "triello", che veniva vinto da Angrisano autore di un sorpasso non proprio "delicato" subito dopo la Curva Papa. Cannavò difendeva il sesto posto dagli assalti di Montruccoli, e sul finire di gara guadagnava una posizione a causa del ritiro per guasto meccanico della Bmw Z4 di Stefano Valli. Alla fine, ancora un buon quinto posto che potrebbe convincere Cannavò a continuare l'impegno nella Supercars Series 2019, sempre affiancato dallo staff tecnico di Giuseppe Pillirone e sotto i colori One Racing Limited.

N.M.B.

  • shares
  • Mail