Prototipi, a Vallelunga la pioggia rovina lo spettacolo

Uboldi messo KO dalla cinghia prima del via

Dopo avere graziato la prima manche del Sabato, la pioggia rovina la festa all'Autodromo di Vallelunga per la seconda manche del Campionato Italiano Sport Prototipi. Le condizioni meteo peggiorano sensibilmente durante le fasi di pre-griglia che vedono anche il forfait di Davide Uboldi stoppato dalla cinghia della propria Wolf GB 08 Thunder. Il via della gara viene dato dietro la Safety Car con tutte le vetture equipaggiate con gomme rain. La vettura di sicurezza rimane sulla pista per tre giri, ma al momento di ripartire le condizioni meteo peggiorano ancora e la pioggia si fa torrenziale. Francesco Turatello mantiene i nervi saldi e conserva la leadership davanti al portacolori Best Lap Andrea Gagliardini, mentre l'abruzzese Riccardo Ponzio è terzo. Le precarie condizioni di gara costano diverse posizioni al ternano Lorenzo Pegoraro che retrocede in ottava posizione davanti a Simon Hulten e Fidel Castillo; i concorrenti mantengono bene il controllo delle loro Wolf GB 08 Thunder, ma con la pista fradicia e la visibilità ai minimi termini di decide di fare rientrare la vettura di sicurezza. Durante il ricompattamento del gruppo alcuni piloti commettono delle regolarità superando vetture avversarie e vengono quindi messi sotto inchiesta dalla Direzione Gara. La corsa viene congelata con la Safety Car con Turatello leader davanti a Gagliardini, Ponzio, Danny Molinaro, Jesse Menczer, Mirko Zanardini e Claudio Giudice; al settimo giro Uboldi rientra in pista per cercare almeno di classificarsi, ma ormai il divario nei confronti del gruppo è troppo elevato. Per di più, a tre minuti dalla scadenza del tempo regolamentare, constatato il perdurare delle condizioni di pericolo si decide di esporre la bandiera rossa che consegna a Turatello una "facile" vittoria. Completano il podio Gagliardini e Ponzio che si rilanciano in ottica campionato. Tra i Master, la penalità di quindici secondi inflitta a Stefano Attianese consegna il successo ad Andrea Perlini. Secondo posto di classe per Riccardo Romagnoli che si gioca la vittoria per un'altra penalità di cinque secondi; conserva comunque l'argento dei Master davanti al russo Konstantin Gugkaev. Dietro il russo ci sono Antonio Mastroberardino e l'immortale italo-americano Joe Castellano. Tra i Rookie trionfo per l'iberico Fidel Castillo davanti a Simone Baiguera. Il Campionato Italiano Sport Prototipi non rimarrà a lungo a riposo; si torna in campo già a Misano tra due settimane.

N.M.B.

  • shares
  • Mail