Le Ford in Targa Florio negli anni '60: mostra a Palermo

A Palermo una selezione di immagini e filmati per rivivere il ricordo dell'impegno Ford alla Targa Florio, in un'epoca romantica dell'automobilismo da corsa: gli anni '60.

Giovedì 30 maggio, al Museo dei Motori dell'Università degli Studi di Palermo, sempre molto attivo nel celebrare la passione per l'automobilismo, prenderà le mosse la mostra "Le Ford in Targa Florio negli anni '60".

Con questo evento si intende onorare il ricordo della partecipazione della casa automobilistica statunitense ad alcune delle più emozionanti edizioni della mitica gara siciliana, ideata dall'eclettico don Vincenzo Florio. Con una preziosa selezione di foto e video, si potranno rivivere idealmente le dinamiche agonistiche delle Shelby Cobra e delle Ford GT40, impegnate ad affrontare le insidie delle strade delle Madonie.

La mostra (realizzata in collaborazione con l'Associazione Culturale Amici della Targa Florio, l'Archivio Storico Franco e Giusto Scafidi e Ford Italia) sarà liberamente visitabile nei seguenti giorni:

- giovedì 30 maggio, inaugurazione alle 18:30
- venerdì 31 maggio, dalle 9:00 alle 17:00
- da lunedì 3 a venerdì 7 giugno, dalle 9:00 alle 15:00
 

Ricordiamo che la Targa Florio è stata una delle corse più dure e affascinanti di tutti i tempi. A differenza delle gare su pista che, talvolta, potevano risultare noiose per la ripetitività del corto circuito, sulle arterie viarie isolane si palesavano continui spunti di novità. Come dimenticare, ad esempio, le infinite insidie non memorizzabili, oppure l'enorme complicazione di doversi misurare con sfondi stradali sempre diversi, che modificavano continuamente il rapporto di aderenza dell'auto al manto di asfalto. Con in più l'aggravante della successione asfissiante di curve che costringeva il pilota ad interpretare, senza sbavature, una specie di danza massacrante.

Innumerevoli e praticamente impossibili da riportare gli episodi di grandi battaglie e di aspri confronti sulle strade madonite. Riduttivo sarebbe riferirne solo alcuni: il rischio è quello di far torto a tanti altri, pure meritevoli.

Via | Sicilia Motori
 

  • shares
  • Mail