In Portogallo splende la stella di Tanak

Ogier leader di campionato per due soli punti sull'estone

Il Rally del Portogallo 2019 riporta il gruppo del WRC in Europa e vede il trionfo di Ott Tanak e Martin Jarveoja con la Toyota Yaris WRC. L'estone, risolti i problemi nella prima parte di gara, respinge fino all'ultima speciale gli assalti di Thierry Neuville e Nicolas Gilsoul giunti secondi con la migliore Hyundai i20 Coupe WRC e porta a casa punti pesanti che gli permettono di avvicinarsi pericolosamente al leader di campionato Sebastien Ogier. Il transalpino, con Julien Ingrassia alle note, arriva terzo con la Citroen C3 R5 e salva la prima posizione in campionato per soli due punti. La Power Stage finale di Fafe costringe allo stop Sebastien Loeb che rompe una sospensione alla propria Hyundai i20 Coupe WRC e si ferma dopo il fine prova e Kris Meeke che apre la ruota anteriore destra della propria Toyota Yaris WRC. Teemu Suninen con la Ford Fiesta WRC ne approfitta per conquistare il quarto posto davanti al compagno di team Elfyn Evans in una giornata difficile per le vetture dell'Ovale Blu. I molti ritiri e problemi tecnici specialmente nell'ultima parte di gara permettono a Kalle Rovanpera di fare una grande gara con la Skoda Fabia R5. Vittoria in WRC 2 Pro e sesto posto assoluto davanti alla Toyota Yaris WRC di Jari Matti Latvala che paga a sua volta uno stop nella seconda giornata di gara. Ben più staccato nella classifica della WRC 2 Pro il secondo ufficiale Skoda Jan Kopecky mentre terzo posto di gruppo per la Citroen C3 R5 di Mads Ostberg. Nuovo leader della WRC 2 Pro è ora Rovanpera junior con tre punti di vantaggio proprio su Ostberg. E nella WRC 2 "tradizionale" non mancano colpi di scena come l'incendio che elimina la Volkswagen Polo GTI R5 di Ole Kristian Veiby a metà gara. Il norvegese non è stato il solo ad avere gravi problemi col fuoco, come da tradizione negli ultimi anni della massacrante corsa portoghese. La vittoria va al pilota che sbaglia di meno, il francese Pierre Louis Loubet con la Skoda Fabia R5, battendo la Ford Fiesta R5 di Emil Bergkvist e la Skoda Fabia R5 di Henning Solberg. Solo sesto di classe Benito Guerra jr. che però approfitta della uscita di Katsuta Takamoto con la Ford Fiesta R5 nella seconda giornata di gara per allungare sul giapponese in classifica di campionato. La corsa valeva anche per il Campionato Portoghese e nel duello di campioni locali su Hyundai i20 R5 si è imposto Armindo Araujo su Bruno Magalhaes. Terzo Ricardo Teodosio, un passato in Formula 3000 e Formula Opel Lotus con la italiana Draco, al volante di una Skoda Fabia R5.

N.M.B.

  • shares
  • Mail