Merli inarrestabile: primo anche a Sternberk!

Tripletta italiana alla Ecce Homo

Un altro weekend di gloria per i colori italiani nel Campionato Europeo Montagna che a Sternberk ospita la quinta prova stagionale. Christian Merli con la Osella FA 30 Zytek sbanca anche la tappa ceca e va per la quinta vittoria del 2019, ipotecando il secondo titolo consecutivo. Simone Faggioli con la Norma M20 FC le tenta tutte ma con un Merli da record è costretto ad inchinarsi, pagando infine un ritardo di poco più di nove secondi. Il trionfo per i colori italiani viene confermato dal grande terzo posto di Diego De Gasperi che con la propria Osella FA 30 dimostra una volta di più di essere entrato nel "gotha" della pattuglia italiana dell'Europeo Montagna. Due Osella FA 30 completano la Top Ten con l'elvetico Joel Volluz ai piedi del podio ed il ceco Milos Benes ottimo quinto. Nulla da fare per la pattuglia di Norma M20 FC che vanno dal sesto all'ottavo posto con il lussemburghese Guy Demuth ed i locali Vaclav Janik e Dusan Neveril. Delude moltissimo l'austriaco Christoph Lampert, con la Osella FA 30 curata dal team di Merli: è solo decimo alle spalle della Reynard K02 di Fausto Bormolini che finalmente riesce a portare a termine una gara. Come sempre la Ecce Homo offre al numeroso pubblico un parterre di partenti qualificatissimo. In E2 Silhouette vince la McLaren F1 Evo di Marek Rybnicek ai danni della Lotus Elise di Dan Michl. In Gruppo GT Jan Milon è padrone assoluto con la McLaren 650S GT3 battendo la Lamborghini Gallardo di Martin Jerman e Radoslav Nespor con la Porsche 997. In Gruppo A si conferma trionfatore assoluto Lukas Vojacek con la Subaru Impreza STI WRX, mentre nella A2000 battuta di arresto per problemi tecnici per Luca Zuurbier con la Honda Civic Type-R: festeggia così David Dedek con la Alfa Romeo 147 battendo la Peugeot 208 R2 di Denis Pavlik. In Super 2000 trionfa Ivan Mutnansky con la Mitsubishi Lancer Evo X davanti alla Lancer Evo 9 di Laszlo Hernadi. In Gruppo N festeggia l'Italia grazie al trentino di Sorrento Antonino Migliuolo, corsaro con la Mitsubishi Lancer Evo 9 davanti a Ivo Holan e Tomas Vavrinec. Perde punti preziosi Peter Ambruz che è solo quarto di gruppo. Nel Gruppo CN mastica ancora amaro Marco Capucci che con la sua Osella Pa21 S è sconfitto dalla Norma M20 FC di Sebastien Petit. Su identica vettura si classifica terzo di gruppo Alberto Dall'Oglio. Tra i ritirati, principalmente per guasti meccanici, spiccano anche la poderosa Citroen AX Nemeth di Manfred Schulte e la Nissan 350Z di Zdenek Kminek.

N.M.B.

  • shares
  • Mail