24 Ore di Le Mans 2019: 11 Ferrari al via della tappa regina del WEC

Saranno molte le Ferrari in griglia alla 24 Ore di Le Mans 2019, che prenderà le mosse fra meno di dieci giorni. Scoprile insieme a noi.

Ferrari in grande spolvero alla 24 Ore di Le Mans 2019, che andrà in scena nel weekend del 16 giugno. La leggendaria sfida della Sarthe, giunta all'edizione numero 87, avrà al via ben undici "rosse", su sessantadue vetture attese ai nastri partenza per contendersi il successo nelle rispettive classi.

Il marchio del "cavallino rampante" sarà ben rappresentato nel più prestigioso round del FIA World Endurance Championship (WEC), con la voglia di emergere nella difficile battaglia per la vittoria nei diversi raggruppamenti riservati alle Gran Turismo.

Protagoniste dell'impegno in pista saranno le Ferrari 488, auto di grandi doti che possono dire la propria nei vari allestimenti da corsa. Il coinvolgimento sarà diviso fra classe LM GTE Pro ed LM GTE Pro-Am. Scopriamo insieme con quali numeri e con quali equipaggi.

LM GTE Pro: le Ferrari al via

In questa classe, riservata ai soli piloti professionisti, saranno tre le 488 GTE al via, schierate dai team AF Corse e Risi Competizione. Sulla numero 51, i campioni in carica Alessandro Pier Guidi e James Calado saranno affiancati da Daniel Serra, con cui hanno già disputato la 24 Ore valida come seconda prova della stagione e la 1000 Miglia di Sebring, mentre sulla numero 71 all'equipaggio formato da Davide Rigon e Sam Bird si aggiungerà lo spagnolo Miguel Molina. Oltre a queste due vetture, abitualmente impegnate nel FIA WEC, scenderà in pista anche la numero 89 di Risi Competizione con Pipo Derani, Oliver Jarvis e Jules Gounon.

LM GTE Pro-Am: le Ferrari al via

In questa classe, le 488 GTE saranno otto. Il team Spirit of Race, con Giancarlo Fisichella, Thomas Flohr e Francesco Castellacci, cercherà di sfruttare il punteggio doppio garantito dalla corsa per colmare i 23 punti di ritardo dai leader della Pro-Am. Invariati anche gli equipaggi di Clearwater Racing e MR Racing rispetto a quelli schierati nei precedenti appuntamenti del FIA WEC: per il team di Singapore, Luis Perez Companc, Matthew Griffin e Matteo Cressoni; per quello giapponese, Motoaki Ishikawa, Olivier Beretta ed Eddie Cheever III.

Debutto alla 24 Ore di Le Mans per il team giapponese Car Guy Racing, vincitore della Asian Le Mans Series, che affiancherà ai suoi piloti abituali, Kei Cozzolino e Takeshi Kimura, il francese Côme Ledogar. Occhi puntati sulla Ferrari 488 GTE del team WeatherTech Racing, la più veloce nella sessione di test che precede la gara, con il britannico Robert Smith al fianco del consolidato duo formato da Cooper MacNeil e Toni Vilander.

Distinguibile per una livrea inedita che rappresenta un omaggio a questa corsa leggendaria, la vettura del team JMW Motorsport sarà affidata a Jeffrey Segal, Rodrigo Baptista e Wei Lu. Nuovo schema cromatico anche per le due Ferrari che scenderanno in pista con per il team Kessel Racing.

La numero 60 potrà contare sull'equipaggio protagonista nella European Le Mans Series composto da Claudio Schiavoni, Sergio Pianezzola e Andrea Piccini, mentre la numero 83 propone un equipaggio tutto femminile con Manuela Gostner, Rahel Frey e Michelle Gatting, già sul podio nella gara di esordio della serie ELMS, chiamate a scrivere un nuovo capitolo nella storia che lega le donne alla classica francese. La prima e unica volta in cui un equipaggio femminile aveva disputato la 24 Ore di Le Mans al volante di una Ferrari risale al 1951 quando Betty Haig e Yvonne Simon tagliarono il traguardo in quindicesima posizione su una 166 MM Berlinetta.

Fonte | Ferrari

  • shares
  • Mail