Rally del Taro, il punto prima dell'ultima speciale

Damiano De Tommaso eliminato da un principio di incendio

Colpi di scena a raffica al Rally del Taro con ancora una prova speciale da effettuare sulle strade di Montevacà. L'ultimo in ordine di tempo è il principio di incendio che ha eliminato sulla ottava speciale di Casamurata Damiano De Tommaso costretto allo stop con la Skoda Fabia R5 di Munaretto. Per fortuna l'intervento degli altri piloti ha scongiurato danni ben peggiori alla vettura ceca. La prova è stata quindi interrotta e resa di trasferimento. Leader prima dell'ultima PS è Alessandro Re in coppia con Mauro Turati su una Skoda Fabia R5, in vantaggio di ventitre secondi sulla Ford Fiesta WRC di Manuel Sossella e Gabriele Falzone. Al terzo posto troviamo la Skoda Fabia R5 dei locali Razzini e Taufer, che precedono di quindici secondi la Ford Fiesta WRC di Paolo Porro e Paolo Cargnelutti. Alle spalle di Porro troviamo ben tre Skoda Fabia R5 pilotate da Alfonso Di Benedetto, Gianluca Tosi e Felice Re. Ottavo Valter Gentilini con la Ford Fiesta WRC davanti ad altre due Skoda Fabia R5 pilotate da concorrenti quasi di zona: Claudio Arzà è nono e Luigi Giacobone è decimo. Non brilla la Volkswagen Polo GTI di Roberto Cresci che è solo tredicesimo assoluto davanti al leader della R4, Marco Belli su Mitsubishi Lancer Evo X. Mirco Straffi è leader in R2B con la Peugeot 208 ed occupa la quindicesima posizione approfittando dei problemi occorsi a Michele Rovatti nelle ultime speciali. In Super 1600 supremazia per la Renault Clio di Teneggi ed Incerti mentre il gruppo N è al momento guidato da Targon e Prizzon con la Honda Civic Type-R, i due sono anche venticinquesimi assoluti. Tra i ritiri spicca lo stop di Fabio Federici con la Ford Fiesta WRC, fermato in trasferimento da problemi meccanici. Per la stessa ragione, fuori gioco anche Stefano Moretti nella settima speciale con la sua Mitsubishi Lancer Evo IX. Delusione per i fans anche per il ritiro dei Foppiani con la Lancia Delta Integrale già nella prima speciale. Nonostante un fitto scroscio di pioggia ad inizio seconda giornata, la gara procede senza particolari problemi. Nel frattempo sta terminando il Rally Nazionale con Castagnoli al comando su Skoda Fabia R5 davanti a Roberto Vellani.

N.M.B.

  • shares
  • Mail