Trofeo Macota, a Magione seconda prova elettrizzante

Pucci regola Lepore e Cappelli dopo tre manche combattute

Assieme ai trofei di velocità, l'Autodromo di Magione ha ospitato nello scorso weekend anche la seconda prova del Trofeo Macota organizzato dal Team Giacomelli di Empoli. Iscritti in aumento nonostante alcune sgradite concomitanze, e format di gara elettrizzante con tre manche di slalom in rapida successione. A vincere la seconda prova stagionale è Leonardo Pucci con la Renault Clio RS N2000, autore di tre performance "nette" ed in crescendo. Pucci ottiene il miglior personale proprio nella terza e conclusiva manche così come il suo principale avversario, Antonio Massimo Lepore, che con la Renault Clio RS N2000 si morde le dita per i dieci punti di penalità che condizionano la sua prima manche di gara. Lepore poi recupera e sigla nella manche conclusiva il suo miglior personale, ma per tre soli punti di penalità è costretto ad accontentarsi dell' "argento". Terzo posto per un nuovo pilota della Granducato Corse, Enrico Cappelli, autore di tre manche nette e vincitore della SS 1600 con una potente Peugeot 106 Rally. Tribolatissima gara per il forte Andrea Giani con la Alfa Romeo 147 Twin Spark in livrea Bardahl. Nella prima manche si deve fermare per problemi elettrici ed alla pompa della benzina. Riparato tutto in extremis, Giani si lancia nella seconda manche dove consegue un riscontro che lo colloca al quarto posto assoluto, ma sul finire della "salita" i problemi si ripresentano ed Andrea è costretto a saltare la manche conclusiva giocandosi un possibile podio assoluto. Alle sue spalle va peggio ancora a Vito Benito Larocca con la R5 GTT E1. Dopo un ottimo tempo nella prima manche, nella seconda accusa la perdita di una ruota e per lui il weekend finisce con il quinto tempo. Né Andrea Messina, con una Renault 5 GTT SS 2000, né Andrea Fuochi con una nuova Fiat Abarth 695 Biposto, saranno in grado di scavalcare Larocca nella manche di gara rimasta. Al via anche una Peugeot 205, auto che un tempo era il "sale" del vecchio Macota di fine anni Novanta, con al volante Antonio Deriu. Dieci penalità nella prima manche ed una esclusione nella seconda manche lo relegano all'ottavo posto assoluto, ed al terzo in N2000. Purtroppo, registriamo anche il ritiro per problemi al motore della gloriosa Fiat Tipo giallorossa A2000 di Daniele Giunti, il bolide curato da Giacomelli esce di scena già in prima manche. La prossima gara del Trofeo Macota sarà il 15 Settembre a Magione.

N.M.B.

  • shares
  • Mail