Ferrari, Domenicali: "Dobbiamo spingere sullo sviluppo"

stefano

In casa Ferrari non si vuole perdere tempo, perché la vittoria di Fernando Alonso nel Gran Premio di Malesia di Formula 1 si è concretizzata in un quadro particolare, che ha nascosto i problemi della F2012, sempre attuali.

Per questo i tecnici del "cavallino rampante", nel consueto incontro post-gara a Maranello, hanno riflettuto sulle priorità, il cui ordine non cambia dopo l'esito felice della sfida di Sepang.

L'obiettivo principale è di colmare, quanto prima, il gap che separa la "rossa" dalle vetture più veloci, per mettere Fernando Alonso e Felipe Massa in condizione di lottare ad armi pari con i principali avversari.

L'impegno è gravoso, ma non sono ammesse deroghe. Stefano Domenicali traccia una linea d'azione: "Ho chiesto a tutti i miei uomini di spingere al massimo per cercare di anticipare il più possibile gli sviluppi previsti per le prossime gare. Avere Fernando al primo posto nella classifica iridata non significa nulla e non ci fa certo pensare che i nostri problemi si siano volatilizzati con un colpo di bacchetta magica".

"Abbiamo due settimane di tempo -aggiunge il team principal della Ferrari- per prepararci ad una nuova doppia trasferta, prima in Cina e poi in Bahrain, che dovremo affrontare con lo stesso spirito che abbiamo avuto in Australia e Malesia: essere perfetti in pista, tirare fuori il massimo da quello che abbiamo a disposizione e approfittare di ogni opportunità. Con Fernando questo gioco in contropiede ha funzionato alla perfezione: il gol di Sepang è stato bellissimo! Non ci siamo riusciti con Felipe e dobbiamo fare di più per mettere anche lui nelle condizioni migliori per segnare".

Via | Ferrari.com

  • shares
  • Mail