F1, Ecclestone: "Non possiamo costringere le squadre ad andare in Bahrain"

bernie ecclestone

In un precedente post abbiamo parlato della posizione di diversi team manager della Formula 1, che vorrebbero rinviare o addirittura cancellare la trasferta in Bahrain per la difficile situazione sociale che vive quel paese.

Con riferimento a tale posizione Bernie Ecclestone dice di non poter fermare le squadre qualora decidessero di tirarsi indietro in virtù del disagio che l'appuntamento procura loro.

Il boss del Circus si esprime così: "Spetta alle autorità locali o agli organizzatori cancellare eventualmente la gara. Ovvio che non possiamo obbligare la gente ad andare a Sakhir, ma i team sanno che non presentandosi violerebbero gli accordi commerciali con noi. Tocca a loro la scelta".

Intanto si apprende da una giornalista importante del Barhain che Ecclestone avrebbe incontrato i leader della protesta, offrendo loro la possibilità di tenere una conferenza stampa per illustrare il dissenso durante il weekend di gara, senza intralciare l'evento, sulle cui sorti lo stesso patron della Formula 1 discuterà insieme a Jean Todt e alle squadre in occasione della trasferta cinese.

Via | Espnf1.com

  • shares
  • +1
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: