GP Bahrain F1: vince Vettel davanti a Raikkonen

vettel

Sebastian Vettel torna sul gradino più alto del podio e guadagna il successo nel Gran Premio del Bahrain di Formula 1, appena concluso sulla pista di Sakhir. Il campione del mondo in carica si è reso protagonista di un'ottima gara, chiusa davanti a Kimi Raikkonen, secondo al traguardo dopo una prova molto incisiva. Terzo posto per Romain Grosjean, che sigilla la giornata positiva della Lotus. Alle sue spalle Mark Webber, Nico Rosberg, Paul Di Resta, Fernando Alonso e Lewis Hamilton. Poi Felipe Massa e Michael Schumacher, ultimi della top ten. Ma andiamo alla cronaca della gara.

Al via Vettel conserva il comando, seguito da Hamilton, Webber, Grosjean e Alonso, che si rende protagonista di una grande partenza. Il pilota spagnolo della Ferrari è quinto, seguito da Button, Raikkonen, Massa, Rosberg e Perez. Al secondo giro il brasiliano del "cavallino rampante" passa al settimo posto, dopo una bella manovra su chi lo precede.

Il leader, intanto, rafforza il vantaggio sugli inseguitori, lasciando intuire le sue intenzioni. Nella stessa fase Grosjean scavalca Webber, insediandosi al terzo posto. Al quarto giro Raikkonen si riprende la posizione che qualche minuto prima aveva ceduto a Massa. Ora il finlandese torna alle spalle di Button.

E' una gara piuttosto animata in queste fasi e la geografia di classifica potrebbe subire ulteriori cambiamenti in corso d'opera. Infatti, al sesto passaggio, Grosjean passa Hamilton, portandosi alle spalle del capofila. Anche Raikkonen compie un altro sorpasso, ai danni della McLaren di chi gli sta davanti. Poi si libera della Ferrari di Alonso. Ottimo il suo passo e quello della Lotus.

Inizia il valzer dei pit stop, con la sosta di Button, Massa e Rosberg. Dopo di loro tocca a Hamilton, Webber, Alonso e agli altri. L'anglocaraibico perde terreno ai box e scivola indietro, per un problema al fissaggio di una ruota, lasciando avanzare Webber e Alonso. Molto intensa la sua battaglia con Rosberg, che cerca di difendere con i denti il territorio, ma senza frutti. La condotta del tedesco della Mercedes viene ispezionata dai commissari.

Nel frattempo Raikkonen supera Webber, continuando la sua marcia di avvicinamento ai piani alti della classifica. La situazione, al quindicesimo giro, vede Vettel al comando, davanti a Grosjean, Raikkonen, Webber, Button, Hamilton e Alonso, che torna dietro il rivale inglese. Poi Rosberg, ancora una volta sotto inchiesta per aver replicato con l'asturiano la manovra già fatta con l'asso di Stevenage. Massa e Perez occupano le piazze a seguire.

Inizia il secondo turno di pit stop, che potrebbe generare nuovi scenari agonistici. In attesa della sosta si compie un sorpasso in famiglia, con Grosjean scavalcato da Raikkonen. Quando i principali protagonisti hanno le gomme nuove, non si registra nessuna novità al vertice, con Vettel davanti al finlandese della Lotus che, poco dopo metà gara, si porta a circa un secondo dal campione del mondo in carica. Un altro valzer di soste si profila all'orizzonte, con il suo carico di incognite.

Alonso finisce sotto inchiesta per una manovra al limite in occasione dell'uscita dai box, che ha messo a rischio l'arrivo di Perez, ma al momento non ci sono sanzioni a suo carico. La situazione di classifica è sempre la stessa, almeno nelle posizioni che contano, con Vettel sempre al comando, seguito da Raikkonen, Grosjean e Webber. Poi c'è Di Resta, davanti a Rosberg, Button, Alonso, Hamilton e Massa

Mentre è aperta la lotta per la quinta posizione, a dieci giri dal termine Vettel lancia dei segnali di forza, per fare intuire al diretto inseguitore che per la Lotus non ci sono molte speranze di successo in questa sfida sul Golfo Persico. Il pilota tedesco della Red Bull punta deciso al gradino più alto del podio, per soddisfare una sete di gloria che dura da troppe gare, per uno come lui abituato a vincere con grande frequenza nel 2011.

A pochi giri dal termine Rosberg passa Di Resta, mentre Button rientra ai box con una gomma bucata. La sua gara non è stata molto felice oggi, ma non è il caso di farne un dramma. Succede nelle corse, dove il bel tempo si alterna al cattivo tempo. Ovvia la sua delusione, quando si avvicina l'appuntamento con la bandiera a scacchi, che sventola poco dopo, al passaggio di Vettel, cui va la vittoria odierna.

Dietro la Red Bull del tedesco chiudono le Lotus di Raikkonen e Grosjean. Poi le monoposto di Webber, Rosberg, Di Resta, Alonso, Hamilton, Massa e Schumacher, che completa la classifica dei primi dieci. Con il risultato odierno, Vettel guadagna il primato in classifica conduttori, con 53 punti. Red Bull in testa anche nella classifica costruttori, con 101 punti. Una bella trasferta per il team di Milton Keynes, non vi pare?

GP Bahrain F1, ordine d'arrivo:

01. Vettel Red Bull-Renault 1h 35:10.990
02. Raikkonen Lotus-Renault + 3.300
03. Grosjean Lotus-Renault + 10.100
04. Webber Red Bull-Renault + 38.700
05. Rosberg Mercedes + 55.400
06. Di Resta Force India-Mercedes + 57.500
07. Alonso Ferrari + 57.800
08. Hamilton McLaren-Mercedes + 58.900
09. Massa Ferrari + 1:04.900
10. Schumacher Mercedes + 1:11.400
11. Perez Sauber-Ferrari + 1:12.700
12. Hulkenberg Force India-Mercedes + 1:16.500
13. Vergne Toro Rosso-Ferrari + 1:30.300
14. Kobayashi Sauber-Ferrari + 1:33.700
15. Ricciardo Toro Rosso-Ferrari + 1 lap
16. Petrov Caterham-Renault + 1 lap
17. Kovalainen Caterham-Renault + 1 lap
18. Button McLaren-Mercedes + 1 lap
19. Glock Marussia-Cosworth + 2 laps
20. De la Rosa HRT-Cosworth + 2 laps
21. Karthikeyan HRT-Cosworth + 2 laps
22. Senna Williams-Renault + 3 laps

Classifica conduttori:

01. Sebastian Vettel (Red Bull) 53 punti
02. Lewis Hamilton (McLaren) 49
03. Mark Webber (Red Bull) 48
04. Jenson Button (McLaren) 43
05. Fernando Alonso (Ferrari) 43
06. Nico Rosberg (Mercedes) 35
07. Kimi Räikkönen (Lotus) 34
08. Romain Grosjean (Lotus) 23
09. Sergio Pérez (Sauber) 22
10. Paul Di Resta (Force India) 15
11. Bruno Senna (Williams) 14
12. Kamui Kobayashi (Sauber) 9
13. Pastor Maldonado (Williams) 4
14. Jean-Éric Vergne (Toro Rosso) 4
15. Felipe Massa (Ferrari) 2
16. Nico Hülkenberg (Force India) 2
17. Daniel Ricciardo (Toro Rosso) 2
18. Michael Schumacher (Mercedes) 2
19. Charles Pic (Marussia) 0
20. Timo Glock (Marussia) 0
21. Narain Karthikeyan (Hispania) 0
22. Heikki Kovalainen (Caterham) 0
23. Pedro de la Rosa (Hispania) 0
24. Vitaly Petrov (Caterham) 0

Classifica Costruttori:

01 Red Bull 101 punti
02 McLaren 92
03 Lotus 57
04 Ferrari 45
05 Mercedes 37
06 Sauber 31
07 Williams 18
08 Force India 17
09 Toro Rosso 6
10 Marussia 0
11 Caterham 0
12 Hispania 0

Via | Eurosport.com

  • shares
  • +1
  • Mail
34 commenti Aggiorna
Ordina: