GP Canada F1: team pronti con P Zero Soft e Supersoft‏

Il costante rischio pioggia ha fortemente influenzato le scelte dei piloti nell'utilizzo degli pneumatici durante le prime due sessioni di prove libere del Gran Premio del Canada di Formula 1. Per scongiurare la minaccia dell'acqua, rappresentata dalle nuvole incombenti, i team hanno da optato per le gomme P Zero Yellow soft e Red supersoft sin dal confronto del mattino, nel tentativo di accumulare quanti più dati possibili.

Le condizioni metereologiche, tuttavia, si sono mantenute stabili con temperature intorno ai 22 gradi centigradi anche nella sessione pomeridiana, quando i protagonisti si sono lanciati nei run più lunghi su mescole supersoft. L'obiettivo è stato quello di studiare i comportamenti delle vetture a pieno carico, per raccogliere proprio quei dati mancanti a causa della pioggia che aveva caratterizzato le prove libere di due settimane fa a Monaco.

A solo mezz'ora dalla fine, la seconda sessione è stata fermata dalla bandiera rossa a seguito dell'urto della Williams di Bruno Senna contro un muro, che ha causato un ritardo di 14 minuti e l'interruzione di molti dei long run intrapresi da vari team. La bandiera rossa aveva precedentemente segnato una pausa di 13 minuti anche durante la sessione mattutina a causa di un episiodio simile successo ad Heikki Kovalainen, a sottolineare l'estrema difficoltà del circuito canadese.

Lewis Hamilton, con la sua McLaren, si è confermato il più veloce in entrambi i confronti in pista. Il suo miglior tempo, stabilito nel pomeriggio con gomme P Zero Red supersoft, è stato di 1'15"259, solo una frazione di secondo più veloce della prestazione di Fernando Alonso, stabilita alla fine del quarto run con la sua Ferrari anch'essa gommata supersoft

E' del pilota Red Bull Sebastian Vettel, invece, il miglior tempo stabilito con P Zero Yellow soft -il quarto più veloce della giornata- 0,272 secondi più lento rispetto alla prestazione di Hamilton. Anche il pilota Mercedes Michael Schumacher ha stabilito il suo miglior tempo con le mescole soft terminando settimo. I primi dieci classificati nelle prove di ieri si posizionano in soli 0,619 secondi totali, evidenziando ancora una volta il ritmo serrato che caratterizza il campionato 2012.

Hamilton era stato il più veloce anche nella sessione mattutina, con 1'15"564 stabilito con mescole soft dopo soli 20 minuti dall'ingresso in pista. Un decimo di secondo sotto il miglior tempo stabilito da Vettel che aveva scelto, invece, mescole supersoft. Hamilton ha superato, così, anche la miglior prestazione delle prove libere dello scorso anno ad opera di Nico Rosberg con Mercedes.

Via | Pirelli.com

  • shares
  • Mail