GP Europa F1: gara in salita per la Ferrari

Come abbiamo visto, le prove di qualificazione del Gran Premio d'Europa di Formula 1 si sono chiuse in modo infelice per la Ferrari. In una sessione che ha visto prevalere la Red Bull di Sebastian Vettel, per trovare la prima "rossa" bisogna scorrere la classifica fino all'undicesimo posto, occupato da Fernando Alonso, mentre Felipe Massa scatterà dalla tredicesima piazza in griglia.

Entrambi i piloti del "cavallino rampante" hanno mancato di un soffio l'ingresso in Q3, come sottolinea il presidente Luca di Montezemolo: "Pochi millesimi di ritardo hanno impedito sia a Fernando che a Felipe di entrare nella fase conclusiva delle qualifiche ed è un vero peccato perché, guardando i tempi dell'ultima frazione e il potenziale della nostra auto, avrebbero potuto lottare per le primissime file".

Ovviamente c'è una certa dose di delusione nel numero uno di Maranello: "Mi spiace molto perché speravo in un risultato migliore: le posizioni sulla griglia di partenza non rispecchiano certo il valore della Ferrari di oggi e ciò avviene proprio su una pista dove è particolarmente difficile superare. In gara cercheremo di sfruttare al meglio almeno il vantaggio di avere due treni di Soft nuovi: questo è un campionato dove le gomme sono decisive. Sta a noi usarle nel modo migliore".

Alonso non nasconde la delusione: "Quando non accedi alla fase finale del confronto è ovvio che c'è grande tristezza, inutile nascondersi dietro un dito. Questo risultato è una doccia fredda perché le aspettative erano alte e il potenziale della vettura è comunque cresciuto. Non siamo però stati abbastanza veloci per essere nei primi dieci nella seconda parte delle qualifiche. Adesso la gara si fa naturalmente difficile".

"Il podio -aggiunge il pilota spagnolo- è fuori portata ed è chiaro che con Hamilton in prima fila è facile aspettarsi di perdere terreno nei suoi confronti. Però la corsa sarà comunque lunghissima e si disputerà con temperature ancora più elevate, il che obbligherà tutti a stare molto attenti nella gestione degli pneumatici. Cercheremo di sfruttare al meglio i due treni di Soft nuovi che ci sono rimasti: almeno una piccola consolazione dopo un pomeriggio non certo positivo".

Anche Massa esprime la sua amarezza: "E' davvero frustrante rimanere fuori dalla Q3 per meno di un decimo. E’ stata una qualifica molto serrata, con tanti piloti vicinissimi fra loro come prestazione: in Q2 eravamo a tre decimi dal primo e siamo stati eliminati… Peccato, perché il feeling con la macchina era molto buono e mi sono sentito sempre a mio agio e in grado di lottare con i migliori. Il piazzamento è bugiardo: oggi valevamo un posto nelle prime tre file. In gara la strategia giocherà un ruolo molto importante. Cercheremo di giocarci al meglio le carte".

Via | Ferrari.com

  • shares
  • Mail