Mosley si "preoccupa" per il livello dei piloti in A1GP



Da Francesco "Frango" Tedeschi, riceviamo e volentieri pubblichiamo:


Se qualche malelingua vedeva dietro i ritardi nelle consegne dei ricambi, e le difficoltà a mantenere gli impegni in calendario, delle manovre della premiata ditta "Bernie & Max" per far naufragare la divertente e movimentata A1GP, si sbagliava. Non solo il campionato non viene visto come una sconfessione del teorema monoposto=noia, in grado di far cambiare opinione a molta gente sulla "massima formula". Ma addirittura il buon Max Mosley, per puro beneficio dello spettatore, si preoccupa del livello (a suo dire) troppo basso dei piloti dell'A1 GP, tanto da dire "Una formula come l'A1GP avrebbe senso solo se i più grandi piloti vi prendessero parte, ma non è questo il caso". La perla riportata fa parte di una serie di dichiarazioni sullo stesso tono, riportate da Racingworld.it

Evidentemente Shimoda, Parente, Herta, Piquet Jr., Scheider, Firman, Verstappen, e compagnia cantante, pur avendo già vinto e convinto, anche da professionisti, non sono degni della considerazione del buon Max Mosley. Che quindi consiglia disinteressatamente di chiudere un campionato che alla FIA non costa una lira... almeno non direttamente ;-)

[Via: www.A1gp.com|www.racingworld.it]

  • shares
  • Mail