Ron Dennis accusa Macaluso: "Da lui una nuova spinta mediatica contro la McLaren"

rondennis

La telenovela sulla spy story continua e si arricchisce di nuove puntate. Nell’ultimo episodio il boss della McLaren, rispondendo alla lettera di Luigi Macaluso, nella quale il presidente della commissione sportiva automobilistica italiana Aci-Csai dichiarava che la Ferrari non aveva avuto “sufficienti opportunità per illustrare al tribunale fondamentali questioni”, ha voluto sottolineare che Maranello “ha presentato lo scorso 20 luglio al consiglio mondiale della Fia un documento di 188 pagine, quattro giorni prima della consegna della memoria McLaren e due soli giorni prima dell'udienza”.

Dennis aggiunge che “la Ferrari nell'udienza era rappresentata da avvocati ai quali non è stato vietato di fare domande o presentare memorie e che inoltre hanno anche fatto ricorso a testimonianze”. Il manager della scuderia di Woking accusa Macaluso di avere prodotto con la sua lettera del primo agosto "una nuova spinta alla campagna mediatica contro la McLaren", obbligandolo a rispondere: “La McLaren si trova in una scomoda posizione se costretta a difendersi da tentativi atti a screditare la decisione del consiglio mondiale della Fia, prodotto di una versione scorretta dei fatti presentata dalla Ferrari”.

Via | Alice.it

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: