GP Ungheria F1: qualifiche Ferrari viste da Alonso e Massa

fernando alonso

Nonostante le difficoltà di sorpasso tipiche del circuito dell'Hungaroring, dal 2005 ad oggi sono un'edizione del Gran Premio d'Ungheria di Formula 1 è stata vinta dall'autore della pole position. Questo può consolare in parte Fernando Alonso, costretto a scattare dalla sesta posizione in griglia nella sfida odierna sulla pista magiara.

Una prestazione inferiore alle aspettative della vigilia, che comunque non preclude la possibilità di effettuare una buona gara, anche se nel resto del weekend altre monoposto hanno messo in mostra una sintonia con il tracciato migliore rispetto alla F2012.

Il pilota spagnolo del "cavallino rampante" è riuscito comunque a fare meglio di Mark Webber, suo rivale più vicino in classifica, che ha fallito l'acceso alla Q3 con la sua Red Bull. Ecco l'analisi di Alonso, che oggi compie il 31° compleanno: "Ci attendevamo una qualifica molto difficile e così è stato. Avevamo visto almeno otto vetture molto competitive, quindi il traguardo di Q3 costituiva già un obiettivo difficile da raggiungere. Ce l’abbiamo fatta e siamo anche riusciti a migliorare un po' il comportamento della vettura nell’ultima fase, lavorando sulla pressione degli pneumatici e sull’ala anteriore".

"Sicuramente -aggiunge l'asturiano- non abbiamo fatto un giro perfetto: abbiamo perso un paio di decimi in qualche curva. Il vento era più intenso rispetto alla mattina e ha preso di sorpresa un po’ tutti, credo. Tutto considerato, la sesta posizione non è un risultato da disprezzare, tutt’altro. E’ vero che qui i sorpassi non sono certo facili ma in gara potrebbe anche piovere e sappiamo che, in questo caso, il quadro potrebbe cambiare. Inoltre, c’è l’incognita legata al comportamento degli pneumatici, perché nella giornata di venerdì nessuno li ha potuti davvero provare sulla lunga distanza. Dovremo essere superconcentrati, soprattutto nella gestione delle gomme".

"Sull’asciutto -conclude Alonso- non siamo ancora in grado di lottare per le primissime posizioni, ne eravamo perfettamente consapevoli. Di solito in gara la situazione migliora e speriamo quindi di poter conquistare un posto fra i primi quattro o cinque quando passeremo sotto la bandiera a scacchi. Il nostro obiettivo sarà quello di marcare il rivale più vicino nella classifica piloti e oggi sappiamo di partire davanti a lui. Vedremo quale sarà la situazione a fine corsa".

Ecco invece il resoconto di Felipe Massa: "Non è stata una qualifica facile per la squadra. Sia io che Fernando abbiamo fatto fatica a mettere insieme il giro perfetto, basti dire che siamo andati più veloci in Q2 rispetto a Q3. E’ un peccato perché in Q2 avevo fatto un buon tempo e mi aspettavo di migliorarlo ulteriormente, invece sono stato più lento: avevo improvvisamente meno aderenza e tanto sovrasterzo, ora dobbiamo capirne le ragioni. In gara farà molto caldo e potrebbe anche piovere, quindi dovremo essere pronti a gestire ogni possibile situazione. Speriamo di ottenere un buon risultato".

Via | Ferrari.com
Foto | © TM News

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: