LMS, a Spa la Peugeot non ha concorrenza

pe908

A parte l’uscita in partenza della Lola di Mucke e la perdita di posizioni della Zytek LMP2 di Barazi, la gara belga si sviluppa senza fatti particolari nel corso della prima ora. In LMP1 domina con autorevolezza la Peugeot, capace di gestire in souplesse i rivali. La terza e l'inizio della quarta ora sono caratterizzate dall’ingresso della safety car, ripetuto per ben tre volte: la prima per rimuovere vari detriti, la seconda e la terza a causa di gravi incidenti in pista che hanno coinvolto la Pescarolo Kruse e la Porsche IMSA. Inalterato l’assetto delle posizioni di testa, con la Peugeot davanti alla Pescarolo di Collard. Alla 5° ora, uno scroscio di pioggia crea un po’ di incertezza, agevolando la Porsche in GT2. All’ultima ora, in pista rientra la safety car, mentre il personale del circuito cerca di rimuovere la Spyker di Janis. Passano 20' prima della bandiera verde. La Peugeot di Lamy e Sarrazin è ancora al comando, e lo rimarrà fino alla fine. Alle sue spalle la vettura gemella di Collard e Boullion, seguita dalla MG Lola di Erdos e Newton, prima in LMP2. In GT1 spicca la Saleen S7R “Oreca”; in GT2 la Porsche “Felbermayr-Proton”.

Ecco la classifica dei primi dieci:

1 LAMY Pedro/SARRAZIN Stephane Peugeot 908 HDi FAP LMP1
2 COLLARD Emmanuel/BOULLION Jean-Christophe Pescarolo Judd LMP1
3 ERDOS Thomas/NEWTON Mike MG Lola EX264 AER LMP2
4 PRIMAT Harold/TINSEAU Christophe Pescarolo Judd LMP1
5 AMARAL Miguel/DE CASTRO Miguel Angel/BURGENO Angel Lola LMP2
6 ORTELLI Stephane/AYARI Soheil Saleen S7-R LMGT1
7 LIENHARD Fredy/THEYS Didier/VAN DE POELE Eric Lola LMP2
8 BOUCHUT C./GARDEL G./GOLLIN F. Aston Martin DBR9 LMGT1
9 POLICAND J./GOUESLARD P./ALPHAND L. Corvette C6.R LMGT1
10 GARCIA Antonio/FITTIPALDI Christian Aston Martin DBR9 LMGT1

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: