GP Ungheria F1: i commenti degli uomini Ferrari

alonso

La Ferrari non è riuscita a brillare nel Gran Premio d'Ungheria di Formula 1, dove la scuderia del "cavallino rampante" ha raccolto dodici punti, con il quinto posto di Fernando Alonso e il nono di Felipe Massa.

Un risultato che racconta le difficoltà vissute dalle "rosse" in termini di competitività in pista, dovute alla particolare configurazione del tracciato, non congeniale alla F2012.

In un weekend non certo facile per le creature di Maranello si possono però leggere delle note positive, perché l'interprete spagnolo del "cavallino rampante" è comunque riuscito ad aumentare il margine sul più immediato inseguitore nella classifica conduttori, portandolo a quaranta punti.

Ecco il resoconto fatto da Alonso a fine gara: "Sapevamo che sarebbe stato un fine settimana complicato perché non eravamo sufficientemente veloci ma, nonostante tutto, siamo riusciti ad estendere il vantaggio su Mark Webber. Nell’ottica del campionato è quindi un weekend molto buono. Essere riusciti in condizioni come queste ad arrivare davanti ad una Red Bull e subito dietro l’altra è stato importante perché, sulla carta, il piazzamento che ci spettava era il settimo. Hamilton era per noi irraggiungibile in questo fine settimana ma non abbiamo perso molto terreno su Vettel e questi sono, secondo me, i rivali più forti nel gruppo che sta alle mie spalle in classifica".

"Ora -aggiunge l'asturiano- abbiamo una dote di quaranta punti, accumulata con una vettura che non è stata la migliore in questa prima parte della stagione. Guardando al futuro, dovremo cercare di fare un bel salto in termini di prestazione per conservare la leadership, visto che il margine attuale, a lungo andare, non basterà. Se siamo arrivati a questo punto è stato perché abbiamo sempre tirato fuori il meglio da quanto avevamo a disposizione e perché abbiamo avuto un livello di affidabilità eccellente: non si fanno per caso 23 piazzamenti consecutivi in zona punti".

Questo, invece, il bilancio di Massa: "La mia gara è stata rovinata dalla partenza, quando ho fatto pattinare le ruote, forse a causa della frizione che si è surriscaldata: lì ho perso quelle due posizioni che poi non sono più riuscito a recuperare. Non è stata una grande corsa per me. A Silverstone e a Hockenheim avevamo un passo competitivo con i migliori, qui non è stata la stessa cosa e questo ha reso certamente difficile tutto il fine settimana. Sicuramente questa prima parte della stagione non è stata molto positiva per me però oggi mi sento certamente meglio rispetto all’inizio e, ne sono sicuro, la seconda parte sarà migliore. Il mio contratto? Fino a che la situazione non sarà chiara non c’è nulla da dire! Io sono concentrato sul fare bene nelle prossime gare, questo è il mio primo obiettivo".

Il team principal Stefano Domenicali vede la parte mezza piena del bicchiere: "Il quinto posto di Fernando gli permette di allungare il vantaggio in classifica ed è un risultato molto importante in un fine settimana in cui certamente non avevamo la prestazione per lottare con i migliori. E’ stata una corsa molto dura, decisa in gran parte dalla posizione in griglia. Il bilancio non è negativo, ma è chiaro che dobbiamo analizzare bene l’andamento di tutto il fine settimana per determinare che cosa ci ha portato a non essere competitivi come lo eravamo stati nelle ultime gare. Ora abbiamo ancora una sette giorni di lavoro prima della pausa estiva: c’è tanto da fare per ridurre il ritardo nella prestazione e prepararci nel modo migliore alle ultime due gare della stagione europea".

Via | Ferrari.com
Foto | © TM News

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: