In attesa del verdetto ecco le tappe della spy story

dennisf1

La spy story Ferrari-McLaren si è abbattuta per 84 giorni sul Circus, tenendo desto l'interesse di tifosi e addetti ai lavori. Ormai manca poco alla sentenza del Consiglio Mondiale, che dovrebbe chiudere (almeno sul piano sportivo), la questione. Tutti siamo con il fiato sospeso, desiderosi di conoscere il verdetto. Per uccidere l’attesa, vediamo di ripercorrere l’intera vicenda.

Ecco le tappe più significative:

- 22 giugno: Dopo aver trovato tracce di polvere sospetta sulle monoposto di Massa e Raikkonen e sui pantaloni di Nigel Stepney, la Ferrari deposita, al tribunale di Modena, una denuncia penale contro il capo meccanico.

- 3 luglio: La scuderia di Maranello licenzia Stepney e la McLaren sospende il proprio capo ingegnere, Mike Coughlan, coinvolto in un caso di spionaggio ai danni della Ferrari, che presenta un esposto, contro Stepney, per “furto di informazioni tecniche”.

- 12 luglio: Il Consiglio Mondiale della Fia deferisce la McLaren per il caso di spionaggio e la violazione dell’articolo 151 del codice Fia, che punisce il possesso illecito di informazioni confidenziali.

- 26 luglio: Il Consiglio Fia decide di non imporre alcuna sanzione alla McLaren, pur ritenendola colpevole per il possesso delle informazioni tecniche sottratte alla Ferrari. La decisione e’ motivata con la mancanza di prove evidenti di un fruttuoso utilizzo, da parte degli uomini di Ron Dennis, delle scelte di gare delle rosse.

- 31 luglio: Dopo le proteste della Federazione italiana, la Fia decide di ricorrere in appello.

- 5 settembre: In possesso di nuove prove, la Fia decide di annullare l’udienza d’appello e di riaprire il caso di fronte al Consiglio Mondiale. La data e’ fissata per il 13 settembre.

Via | Sport-oggi.it

  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: