Spy Story 2, Renault: pronta la memoria difensiva

ren-1

In attesa di comparire davanti al Consiglio Mondiale (il prossimo 6 dicembre), i rappresentanti della casa francese, aperti alla massima collaborazione con le autorità sportive, svelano per grandi linee la memoria difensiva che si apprestano a presentare. Secondo gli uomini della Régie, i dati all’origine delle accuse provenienti dalla McLaren, avrebbero accompagnato, all’interno di un floppy disk, un ex ingegnere della scuderia anglo-tedesca, Phil Mackereth, assunto dal team di Flavio Briatore nel 2006.

Lo stesso tecnico, che avrebbe "portato con sè, di propria iniziativa e senza che questo abbia in alcun modo influito sulle prestazioni delle vetture" (come recita il comunicato ufficiale), alcuni progetti relativi agli allestimenti delle monoposto della scuderia di Dennis, è stato poi sospeso lo scorso 6 settembre.

Secondo gli uomini della Renault, le informazioni non sono state utilizzate e nessuno dei dati verificati tra quelli utilizzati "a titolo del tutto personale" dall'ingegnere, sono stati riscontrati sulle monoposto transalpine. I file sarebbero stati immediatamente cancellati dal database. Inoltre, il team di Woking e la Fia sarebbero state informate immediatamente dell’accaduto. La collaborazione sarebbe poi continuata con un aggiornamento continuo su ogni scoperta degna di nota.

Via | Sportal.it

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: