Rally di Taormina, vince Laganà su Mitsubishi

lagana1

Franco Laganà ed Emanuele Clavarino su Mitsubishi Lancer EVO IX della Vomero Racing, hanno vinto il 9° Rally Internazionale di Taormina, la seconda delle tre finali di Coppa Italia, partita dalla perla ionica la sera di venerdì 9 novembre. Condizioni meteo assai variabili e qualche pioggia hanno accompagnato l’incerta prima tappa di sabato, caratterizzata da due tempi imposti in prova. Cielo sereno e sole splendente, invece, per l’intera seconda tappa, che ha portato gli equipaggi sul traguardo di Santa Teresa Riva.

I veneti Efrem Bianco e Franco Celi hanno mantenuto la leadership in Coppa Italia, ma hanno tagliato il traguardo in seconda posizione con la loro Renault Clio S1600- Power Car Team, dopo aver comandato brillantemente la gara per l’intera prima frazione.

L’arrembante Laganà, migliore dei finalisti in sette crono, ha scavalcato i vicentini sulla prova numero 11 e vinto il rally. In deciso attacco le quattro ruote motrici: Claudio De Cecco e Jean Campeis hanno infatti lottato con tenacia per l’intera corsa sulla loro Subaru Impreza Sti – Friul Motor, con la quale hanno vinto la prova numero 4 “Francavilla”, salendo a pieno merito sul terzo gradino del podio della finale e guadagnando punti preziosi, limitati soltanto da un tempo imposto. Si sono disputate dieci delle dodici prove speciali previste.

Quarto posto ed ottimo bottino per il laziale Tonino Di Cosimo navigato da Mario Pizzuti sulla Renault Clio S1600 Power Car Team, che ha difeso anche nella seconda tappa la redditizia posizione in prospettiva Coppa Italia, grazie al fondo a lui più congeniale. Quinta piazza per i veneti Andrea Smiderle ed Emanuele Favero parzialmente contenti della loro condotta di gara con la Subaru Impreza Sti, con la quale hanno preceduto il toscano Cristiano Matteucci, su Renault Clio S1600 curata da Ulivieri.

Sesto tra i finalisti il piacentino Franco Leoni al volante della stessa vettura della Erreffe. In gruppo A il biellese Massimo Lombardi a cui ha letto le note Paolo Urban sulla Peugeot 106 1.6 16V preparata dalla Decadenti Racing, si è aggiudicato la Coppa di classe A6 ed ha chiuso in ottava posizione tra i trofeisti, rimandando anche lui la sfida finale sulla terra marchigiana con lo sfortunato messinese Bellini appiedato dal cambio della sua Clio Williams a fine prima tappa.

La partenopea Gabriella Mainiero ha vinto matematicamente la classifica femminile con una gara d’anticipo, al volante della Mitsubishi Lancer EVO IX, sulla quale è stata affiancata dalla siciliana Valentina Di Palermo.

Vittoria in classe A5 per il messinese di Patti Rosario Siragusano, che guadagna così punti preziosi per la corsa alla Coppa, pareggiando i conti con il pescarese rivale in classe Maurizio Pontellini. Entrambi i contendenti curano personalmente le loro Peugeot 106 Rallye. Punteggio pieno per i messinesi al successo nella classe 1150 del gruppo A, Bernardo Molonia e Fortunato Galletta, su Fiat Cinquecento Sporting.

In gruppo N dietro i tre di testa ha tagliato il traguardo l’ennese Mario La Barbera su Mitsubishi Lancer EVO IX – LB Tecnorally con la quale punta alla classe N4, aggressivo quando ha trovato la giusta mescola di gomme. Tra le due ruote motrici successo dell’esperto locale Bruno Bruno Briguglio al volante della Renault Clio RS seguita da Caristi con la quale punta alla classe 2000, che ha preceduto l’ennese Gaetano Beccaria in corsa per l’assoluta ed ora al comando della classifica di classe, con la sua Peugeot 106 1.6 16V di classe N2. Il ragusano vincitore siciliano della classe N1 Daniele Cintolo, con la sua Peugeot 106 XSI ha preceduto il lombardo vincitore di classe in 3^ Zona, Marco Pizzoccaro su Peugeot 106 Rallye.

Ancora bottino pieno e vittoria di Coppa in classe K10 per il giovane ligure Marco Rocchieri navigato dal palermitano Cosimo Li Greci, che ha accumulato punti in 8^zona sulla Citroen C2.

La classifica riservata alle World Rally Car è stata vinta dal comasco Luigi Fontata, navigato da Tullio Vitali sulla Peugeot 206 WRC, davanti alla Ford focus WRC dell’emiliano Giampaolo Tosi. Terza posizione per i catanesi Maurizio Ciffo e Maria Bruna Petrocitto su Toyota Corolla WRC. La P.S. 10 è stata percorsa in trasferimento dopo il ritiro del laziale Angelucci su Peugeot 206 WRC per uscita di strada, senza conseguenze per l’equipaggio. I danni provocati dalla vettura ad un muretto hanno determinato la percorrenza in trasferimento anche della P.S. 12 per motivi di sicurezza.

Ultima e decisiva finale di Coppa Italia in calendario il 24 e 25 novembre sulla terra marchigiana del Rally delle Marche.

Classifica della seconda finale di Coppa Italia:
01. Laganà – Clavarino, Mitsubishi Lancer EVO IX, in 56’18”8
02. Bianco – Celi, Renault Clio S1600, 1”
03. De Cecco – Campeis, Subaru Impreza Sti, a 21”8
04. Di Cosimo – Pizzuti Renault Clio S1600, a 39”7
05. Smiderle – Favaro, Subaru Impreza Sti, a 1’04”6
06. Matteucci – Canigiani, Renault Clio S1600, a 1’22”1
07. Leoni – Garofalo, Renault Clio S1600, a 2’26”5
08. Lombardi – Urban, Peugeot 106 1.6 16V, a 3’15”8;

Classifiche Coppa Italia dopo il 9° Rally Internazionale di Taormina: Assoluta:
01. Bianco 18p
02. De Cecco 12p
02. Smiderle 12p*
04. Di Cosimo 10p
04. Laganà 10p
06. Matteucci 7p
07. Leoni 5p
08. Bellini 2p
08. Lombardi 2p

Gruppo Super 1600:
01. Bianco 20p
02. Di Cosimo 14p
03. Matteucci 11p
04. Leoni 9p
05. Zecchin 8p

Gruppo N:
01. De Cecco p16
01. Smiderle p16
03. Laganà p10
04. Mainiero p8
05. Gubertini p6

Gruppo A:
01. Lombardi p18
02. Siragusano p13
03. Pontellini p12
04. Bellini p10

Classe N4:
01. Smiderle 16p
02. De Cecco 16p
03. Laganà p10
03. Mainiero 10p
05. La Barbera p5

Classe N3:
01. Briguglio p10

Classe N2:
01.Beccaria 16p
02. Gubertini, p10
03. Olevano 8p
04. Baravalle 5p

Classe N1:
01. Cintolo p10
02. Pizzoccaro p8

Classe A7:
01.Bellini 10p

Classe A6:
01. Lombardi 20p

Classe A5:
01. Pontellini 18p
01. Siragusano 18p

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: