Rally Costa Smeralda, tutto pronto per la sfida sarda

Toccherà alle strade del 31° Rally Costa Smeralda ospitare i due appuntamenti conclusivi del Campionato Italiano Rally e del Trofeo Rally Terra, serie che hanno in gran parte già espresso i loro verdetti. Per il massimo campionato tricolore c'è però ancora da assegnare il titolo italiano Costruttori, in ballo tra Peugeot e Skoda. Un premio importante che, salvo particolari combinazioni sfortunate per la casa del "leone rampante", sembra destinato a finire proprio nel palmares del costruttore francese.

Per questa gara decisiva Peugeot, oltre a Paolo Andreucci, ha portato in Sardegna anche il giovane pilota bresciano Stefano Albertini, in grado di incassare punti pesanti. Skoda risponde invece con il veronese Umberto Scandola e con il privato Giuseppe Dettori, interprete sardo e profondo conoscitore del percorso di gara.

Per quanto riguarda il Trofeo Rally Terra, che ha già trovato il suo vincitore in Mauro Trentin, sono attesi al via tutti i migliori, ad iniziare proprio dal pilota veneto già aritmeticamente vincitore della serie che ha voluto onorare fino in fondo la sua presenza nel trofeo riservato agli specialisti dei fondi sterrati presentandosi anche all'appuntamento conclusivo.

Trentin, libero da pressioni di classifica, potrà puntare in alto, molto in alto, cercando di inserirsi con la sua Peugeot tra i primi della classe. Dalla serie terra arrivano anche altri protagonisti di rilievo dell'appuntamento sardo. Drivers di assoluta bravura come il bresciano Luigi Ricci, secondo sia nell'assoluta che nella classifica super 2000 R4, o come Fabio Gianfico, pilota napoletano sempre molto spettacolare. Senza dimenticare il piemontese Massimiliano Tonso, alla guida di una Ford Fiesta Super 2000, e il toscano Walter Pierangioli, quarto assoluto nella classifica del Tra. Da seguire anche la gara di Moreno Cenedese, rientrato da poco alle gare dopo un periodo di sosta.

Il programma del 31° Rally Costa Smeralda, organizzato dalla Great Events, prevede la disputa di 9 prove speciali suddivise in 2 giorni di gara, venerdì 16 e sabato 17. La prima tappa prenderà il via alle 13.50 da Luogosanto per il passaggio sulla prova speciale "Cantiere Viteddi" di 15,65 chilometri da disputare 3 volte. Sabato invece nella giornata conclusiva, le prove speciali saranno 2, una corta da 8,12 chilometri denominata "San Giovanni" e la più impegnativa "Gallura" da 15,5 chilometri entrambe da ripetere 3 volte. L'arrivo è previsto ad Arzachena alle 16:45 dopo aver percorso 374 chilometri dei quali 111 di prove speciali.

Via | Acisportitalia.it

  • shares
  • Mail