Ferrari, tra impegni in pista e nuove strutture

La Ferrari si prepara ad affrontare la nuova stagione agonistica di Formula 1, dove spera di coronare il sogno iridato. Per centrare l'obiettivo, i tecnici del "cavallino rampante" dovranno partorire una monoposto veloce ed affidabile, che sappia esprimere in pista il suo potenziale sin dalla prima gara, per evitare fughe in avanti dei rivali, che potrebbero risultare difficili da recuperare.

A rendere ancora più pressante questa necessità ci pensa il fatto di dover staccare prima le mani dal progetto 2013, per concentrare le attenzioni su quello dell'anno successivo, che richiederà maggiore tempo per lo sviluppo, in virtù delle nuove norme che entreranno in vigore nel 2014. Questo impedirà una rincorsa tecnologica molto spinta nella seconda fase del campionato alle porte, imponendo una buona partenza a chi vuole coltivare delle ambizioni iridate.

A Maranello si lavora in funzione dell'obiettivo e tutti sono perfettamente consapevoli di non poter sbagliare. Un aiuto dovrebbe arrivare dalla galleria del vento di Colonia, presa in affitto dalla Toyota, per avere dei riferimenti affidabili e meno aleatori di quelli dello scorso anno, quando al debutto in pista emersero forti discrepanze fra i dati rilevati nel tunnel e quelli ottenuti sul nastro d'asfalto.

In Ferrari si guarda anche oltre, perché ha iniziato a concretizzarsi un progetto a lungo termine della Scuderia: la nuova sede. Sono cominciati, infatti, i primi scavi delle fondamenta dell’edificio che ospiterà gli uffici direzionali, tecnici ed amministrativi e le officine della squadra in futuro. L’area, di proprietà Ferrari e attualmente adibita a parcheggio, è situata fra il ristorante Cavallino e l’attuale fabbricato della Scuderia. Il progetto è stato definito secondo linee guida ispirate a criteri di funzionalità, efficienza e stile, con l’obiettivo di creare luoghi di lavoro pensati per le persone che vi prestano servizio.

Via | Ferrari.com

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: