F1, Kimi Raikkonen continua a prende le distanze dai simulatori

Kimi Raikkonen torna a dichiarare la sua avversione per i simulatori che, nonostante l’elevata tecnologia di cui dispongono, risultano lontani dal mondo reale. Il pilota finlandese dice a chiare lettere di non apprendere nulla facendo uso di questi “aggeggi”.

Non è la prima volta che il campione del mondo 2007 esprime il suo scetticismo sulle “monoposto informatizzate”, dove non riscontra una corrispondenza con lo scenario effettivo, ben diverso da quello offerto da questi sistemi di guida, forse utili ad apprendere i tracciati, ma non ad affinare la tecnica.

Questo spiega perché il nuovo simulatore sviluppato dalla Lotus nella sede di Enstone vedrà all’opera solo il compagno di squadra Romain Grosjean. Per quel che lo riguarda, Raikkonen si terrà lontano dall'apparecchio: “Penso che non mi insegni nulla. Anche facendone a meno ho imparato in fretta le nuove piste”. Direi che le ha pure interpretate meglio di Grosjean.

Via | F1sa.com
Foto | Getty Images

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: