Ferrari, Alonso fiducioso sul potenziale della nuova monoposto

Dopo il team principal Stefano Domenicali è toccato ai piloti della Scuderia Ferrari prendere la parola, nel consueto incontro con i giornalisti organizzato a Madonna di Campiglio in occasione di Wrooom. Grande interesse da parte dei presenti per le parole di Fernando Alonso, al suo esordio mediatico stagionale.

Il pilota spagnolo del "cavallino rampante", sempre gentile e disponibile, ha risposto di buon grado alle domande, facendo capire di essere totalmente concentrato sul prossimo campionato del mondo di Formula 1, avendo già archiviato quello dello scorso anno, il cui esito impone l'obbligo di vincere nel 2013.

Alonso dice di non sentire nessuna pressione supplementare dopo il risultato sfavorevole della lunga lotta per il titolo 2012: "Non credo che ci sia necessariamente l’obbligo di vincere. Lo sport è sacrificio, impegno, piacere per quello che fai e in questi tre anni ho avuto la fortuna di poter lottare per obiettivi importanti. Ci sono 24 piloti in Formula 1 e in pochi possono dire di aver vinto delle gare e di essere saliti spesso sul podio. Da quando sono alla Ferrari ho avuto la possibilità di arrivare per due volte su tre molto vicino al successo mondiale: quello è l'obiettivo mio e della squadra".

Per il futuro, l'asturiano ostenta un certo ottimismo: "Sono fiducioso di poter iniziare il campionato con una monoposto migliore rispetto a quella dei primi mesi dello scorso anno. Fu proprio nelle prime gare che perdemmo dei punti decisivi, quando avevamo una macchina che ci faceva finire settimi come in Cina o noni come in Bahrain. Il fatto di lavorare su una sola galleria del vento, quella Toyota a Colonia, potrà essere un piccolo vantaggio". E' quello che sperano anche i tifosi delle "rosse", stanchi del digiuno iridato.

Via | Ferrari.com
Foto | Getty Images

  • shares
  • Mail