GP Malesia, vince la Ferrari di Kimi Raikkonen

raikkonen_winner_sepang

Kimi Raikkonen ha vinto il Gran Premio di Malesia, consegnando alla Ferrari un successo nitido e autorevole, che allontana gli spettri del week-end di Melbourne. Il campione del mondo in carica si è aggiudicato la prova di Sepang, dopo aver guadagnato la testa della classifica in occasione del primo pit-stop, grazie a due giri rapidissimi che gli hanno consentito di scavalcare il compagno di squadra Felipe Massa. Da quel momento nessuno è più riuscito ad impensierirlo.

Quando cominciava a delinearsi una doppietta Ferrari, però, uno sgradevole imprevisto: al trentunesimo passaggio il brasiliano del cavallino terminava la sua corsa in una via di fuga, dopo un testacoda causato (probabilmente) da un errore di guida. Per lui è un ritiro pesante in termini di bilancio mondiale, ma il tempo per recuperare non manca. Alle spalle di Raikkonen sono finiti, nell'ordine, Robert Kubica e Heikki Kovalainen, con una McLaren poco in linea con le aspettative.

Quarta piazza per un superlativo Jarno Trulli che, nei passaggi conclusivi, ha dovuto difendere con i denti la sua posizione dagli attacchi di uno scatenato Lewis Hamilton, autore di alcuni passaggi davvero veloci dopo il montaggio delle gomme dure. Una svolta, per l'alfiere del team di Woking, autore delle prime due frazioni di gara in sordina, forse a causa di un grave errore nella scelta delle coperture. L'inglese, grazie ai quattro punti conquistati oggi, conserva la leadership nel mondiale piloti.

Sesta piazza per Nick Heifeld che, con la Bmw Sauber, ha ottenuto il giro più veloce della gara, con 1’35”366. Dietro di lui Mark Webber e Fernando Alonso, giunto ottavo al termine di una prova difficile per la sua Renault. Un giro di ritardo per Giancarlo Fisichella, dodicesimo e primo dei doppiati.

GP Malesia, classifica finale:

01. K. Raikkonen Ferrari 1h31'18"555 203.971 Km/h
02. R. Kubica BMW Sauber + 0'19"5 (2 pit-stop)
03. H. Kovalainen McLaren Mercedes + 0'38"4 (2 pit-stop)
04. J. Trulli Toyota + 0'45"4 (2 pit-stop)
05. L. Hamilton McLaren Mercedes + 0'46"5 (2 pit-stop)
06. N. Heidfeld BMW Sauber + 0'49"8 (2 pit-stop)
07. M. Webber Red Bull-Renault + 1'08"1 (2 pit-stop)
08. F. Alonso Renault + 1'10"0 (2 pit-stop)
09. D. Coulthard Red Bull - Renault + 1'16"2 (2 pit-stop)
10. J. Button Honda + 1'26"2 (2 pit-stop)
11. N. Piquet Jr. Renault + 1'32"2 (2 pit-stop)
12. G. Fisichella Force India-Ferrari + 1 Giro (2 pit-stop)
13. R. Barrichello Honda + 1 Giro (3 pit-stop)
14. N. Rosberg Williams-Toyota + 1 Giro (2 pit-stop)
15. A. Davidson Super Aguri-Honda + 1 Giro (2 pit-stop)
16. T. Sato Super Aguri-Honda + 2 Giri (2 pit-stop)
17. K. Nakajima Williams-Toyota + 2 Giri (2 pit-stop)
18. S. Vettel Toro Rosso-Ferrari out @ lap 40 cambio
19. F. Massa Ferrari out @ lap 31 testacoda
20. A. Sutil Force India-Ferrari out @ lap 06 cambio
21. T. Glock Toyota out @ lap 01 incidente
22. S. Bourdais Toro Rosso-Ferrari out @ lap 01 incidente

Via | Racingworld.it
Foto | F1grandprix.it

  • shares
  • Mail
90 commenti Aggiorna
Ordina: