Rally San Marino, ottima prestazione di Cantamessa

cantamessa

Si conclude con un ottima terza posizione assoluta l’avventura di Luca Cantamessa e Piercarlo Capolongo al 36° Rally di San Marino. Il primo appuntamento sterrato della stagione di Campionato Italiano ha visto l’equipaggio piemontese della United Business Sport&Events chiudere sul podio in terza posizione e aggiudicarsi la vittoria tra i piloti privati.

Al volante della Mitsubishi Evo IX del team Mrt Nocentini, Cantamessa è partito forte nel primo giro di venerdì, condizionato da pioggia e nebbia che hanno reso il fondo stradale sempre più sporco e insidioso via via che passavano le vetture, dato la tappa era incentrata su un percorso di tre prove da ripetere tre volte.

Nel secondo giro, la scelta di caricare due ruote di scorta per cambiarle dopo la Ps5 non si è rivelata efficace, anzi il peso ha penalizzato Cantaluka, rimontato nel finale della prima tappa dalla Fiat Punto Super2000 di Andrea Navarra che lo ha scalzato dal podio. Al termine della prima tappa, Luca Cantamessa e Piercarlo Capolongo occupavano la quarta posizione assoluta.

Nel secondo giorno di gara invece, con condizioni meteo completamente opposte e sole splendente sulla piccola Repubblica, le temperature miti hanno contribuito ad asciugare le prove e a renderle più veloci.

Qualche problemino al motore della Lancer ha penalizzato l’equipaggio della United Business, che però non ha mai mollato durante le sei prove speciali in programma sabato, riuscendo a conquistare il podio, complice anche il guaio occorso alla vettura di Navarra, il quale ha dovuto prolungare la sosta al parco assistenza pagando secondi preziosi che lo hanno fatto scendere nelle retrovie, perdendo il podio.

Noi ci abbiamo sempre creduto – spiega Cantamessa – ed alla fine Capolongo ed io siamo molto felici di questo risultato. Il terzo posto in gara e nel Campionato, davanti a piloti e squadre ufficiali, gratifica noi, la United Business e tutto il team. Abbiamo avuto qualche problemino, soprattutto per le difficili condizioni trovate nelle prima tappa, ma la vettura si è dimostrata sempre affidabile e siamo contenti di come sia andata. Era difficile fare di più. Ora torneremo sull’asfalto con il Rally 1000 Miglia, terreno forse più favorevole e congeniale alle vetture Super2000, ma come sempre noi daremo il 100% e vedremo come andrà a finire!

Via | Comunicato stampa

  • shares
  • Mail