Superstars: al Mugello vittoria per Gabellini


La Superstars al Mugello vede la vittoria di Stefano Gabellini (Caal Racing), che conquista cosi il primato sia nella serie tricolore che nell'International Series. L’esperto pilota di Cattolica al volante della BMW 550i, dopo il debutto e primo podio di Vallelunga, ha conquistato la vittoria dopo la pole position del sabato. Secondo Gianni Morbidelli, campione in carica e portacolori del team Audi Sport Italia. Terza sul traguardo l’altra Audi ufficiale condotta dal pilota romano Giorgio Sanna, ma una penalità assegnatagli per un tamponamento ai danni di Papini in regime di safety car lo ha costretto a lasciare la terza posizione al debuttante Davide Rigon, giunto quarto alla bandiera a scacchi con la Jaguar S-Type R della Ferlito Motors, che si aggiudica anche la seconda posizione nella serie internazionale. Sanna chiuderà quinto.

È stato proprio Davide Rigon a scattare più rapidamente di tutti nella partenza lanciata. Rigon partiva dalla prima fila grazia al secondo miglior crono nelle qualifiche. Sopravanzato Gabellini, il ventunenne veneto ha tentato la fuga, ma l’esperto pilota della BMW 550i non ha mai mollato la presa. Battaglia per il terzo posto tra Sanna, Battaglin (BMW M5) e Morbidelli. Un incidente per Baccarelli ha costretto l’ingresso della Safety Car. Con il restart riparte anche la battaglia per le posizioni di testa. Dopo un acceso duello a suon di derapate, Gabellini sorpassa Rigon. Quest ultimo è sopravanzato anche da Giorgio Sanna. La lotta per il gradino più alto del podio è ora tra Gabellini e Sanna, mentre a contendersi il terzo gradino Rigon e l’ex Formula 1, Gianni Morbidelli.

Alla Bucine Sanna riesce a passare in testa, poi di nuovo un sorpasso di Gabellini e controsorpasso del pilota dell’Audi alla San Donato. Sanna è in testa e rimarrà leader della corsa per quattro giri, ma a seguito dei danni riportati in un contatto con Papini è costretto ad alzare il piede. Gabellini ne approfitta e conquista nuovamente la testa alla staccata della San Donato. All’inizio dell’ultimo giro Sanna viene sorpassato anche dal compagno di squadra Morbidelli, che in precedenza aveva sopravanzato Rigon. Morbidelli tenta il recupero con la speranza di acciuffare Gabellini, ma il pilota della BMW riesce ad amministrare il vantaggio ed a salire sul gradino più alto del podio già nella gara successiva a quella del debutto.

Quarto Kristian Ghedina (terzo nella classifica riservata agli iscritti all’Intenational Series) e sesto posto per Francesco Ascani, che ha dovuto affrontare gli ultimi giri senza il cofano motore della sua BMW 550i preparata dal team Habitat Racing.

Costretto al ritiro Max Pigoli per problemi tecnici alla sua Mercedes C63 AMG, che ha debuttato ma che soffre ancora di problemi di gioventù. Il prossimo round, il 17/18 maggio sul circuito di Monza in occasione del FIA GT, si preannuncia più combattuto spettacolare con il ritorno della Zakspeed-Chrysler 300C SRT-8. Per l’occasione le 300C raddoppieranno ed al fianco di Sascha Bert ci sarà Marcel Leipert.

Qui i risultati.

Via | Superstars

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: