C.I. Turismo Endurance: gara 2 del Mugello a Bianchet-Dalla Volta


La coppia Bianchet-Della Volta, al volante della BMW M3 E46 3.2 della Duller Motorsport, chiude con il successo in gara 2 il terzo round stagionale per il Campionato Italiano Turismo Endurance che al Mugello ha visto impegnato ben 45 vetture.

L’emozionante finale di gara ha visto prima Roberto Colciago (Seat Leon Turbo TSI FR – Seat Sport Italia) e poi Luca Cappellari (BMW M3 E92 3.2 – Duller Motorsport) cedere all’attacco vincente del giovane comasco (subentrato a Della Volta, esordiente in campionato) che così agguanta la prima vittoria.

Ottima quarta assoluta Valentina Albanese (Seat Leon Super2000) davanti alla nuova coppia Sgarzi-Venica (BMW M3 E46 3.2), mentre nelle altre classi vittoria di Luca Trevisiol nella 3.0 e nel Trofeo Leon Supercopa, di Massimo Zanin (BMW 320 E46) nella 2.0 e della coppia Villa-De Pasquale (Seat Toledo Tdi) che continuano ad imporre la loro supremazia nel raggruppamento Diesel. In testa al campionato continua il duello tra Cappellari e Colciago che ora guidano la classifica a pari merito.

Al via di gara 2 Della Volta riesce ad infilare Colciago, mentre Cappellari si infila nella scia della Leon. Solo al terzo giro Colciago riesce a liberarsi della concorrenza guadagnando il primato davanti a Della Volta e Cappellari subito staccati. Alle loro spalle è un ottimo Sgarzi ad occupare la quarta posizione al volante della BMW M3 e davanti alla Leon Super2000 della Albanese, alla M3 di Meloni ed alla Leon Supercopa di Bartocci.

Al 12° giro iniziano le prime soste ai box, con Colciago e Della Volta che devono scontare per handicap tempo rispettivamente 15 e 5 secondi in più di Cappellari, proprio quanti fino a quel momento ne sopporta di distacco il friulano. Al rientro in pista di Cappellari, però, la Leon di Colciago sfila in piena velocità con la BMW M3 E92 costretta ad accodarsi anche nella scia di un doppiato. Dopo la fase di neutralizzazione ai box, in testa è così sempre Colciago davanti a Cappellari, Bianchet (subentrato a Della Volta), Venica (subentrato a Sgarzi) e la Albanese. Proprio la portacolori di Seat Sport Italia al 16° giro guadagna la scia della BMW per poi superarla senza difficoltà per il quarto posto assoluto.

Quando mancano 9 minuti alla fine della gara, Colciago cala il ritmo e si ritrova in scia le BMW di Cappellari e Bianchet pronte all’attacco. Il sorpasso è al 19° giro con Cappellari che guadagna la testa della gara, ma braccato dal giovane comasco, mentre la Leon non tenta la difesa e si accoda in terza posizione. Alla tornata seguente Bianchet inizia a farsi sempre più pericoloso e l’attacco vincente arriva al 21° giro con Cappellari che cede al rivale la traiettoria interna e la vittoria di gara 2. Nel finale gli ultimi colpi di scena sono con Meloni, che rimane a secco di benzina cedendo così il quarto posto alla Albanese, Crescentini che conclude al sesto posto la strepitosa rimonta dal fondo, mentre Valli (poi escluso di classifica per irregolarità tecniche) scivola dodicesimo dopo aver ceduto alle Supercopa di Radaelli, Cefis e Russo.

Qui i risultati.

Via | ACI Sport

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: